WhatsApp allerta milioni di utenti: l’utilissima funzione di sicurezza non sarà più gratuita

Gli utenti di WhatsApp sono stati raggiunti da una seria allerta sulla una specifica funzione di sicurezza: questa non sarà più gratuita.

Gli utenti di WhatsApp sono stati raggiunti da un avviso inerente ad una nuova “tassa” da sostenere per poter usufruire di un’importante funzione di sicurezza. Una piccola svolta in negativo che sta generando più di qualche perplessità nelle persone che quotidianamente utilizzano il servizio di messaggistica.

WhatsApp allerta funzione sicurezza
Grande allerta per i milioni di utenti WhatsApp – (Computer-Idea.it)

Sul finire del 2023 i tantissimi utenti che utilizzano la piattaforma hanno scoperto di dover pagare nel 2024 una piccola commissione per poter sfruttare pienamente un deciso vantaggio in termini di sicurezza. Il cambiamento riguarda i backup delle chat, una funzione decisamente utile per chi vuole salvare ogni singola attività eseguita attraverso l’applicazione.

Per chi utilizza WhatsApp su Android sa bene di come i backup siano legati al servizio di Google Drive. Da tanti anni l’azienda di Mountain View fornisce un’operazione gratuita ma a breve tutto questo è destinato a cambiare e anche in maniera piuttosto netta.

Backup WhatsApp su Google Drive diventano a pagamento: i piani stabiliti dall’azienda

Fino ad oggi i backup di WhatsApp su Google Drive erano gratuiti e illimitati per tutti gli utenti. Qualcosa però è cambiato già lo scorso dicembre agli utenti di WhatsApp Beta a seguito di uno spazio di archiviazione gratuito su Google Drive di 15GB. Quanto deciso sulla versione beta è poi arrivato in questo gennaio 2024 anche sulla piattaforma ufficiale.

WhatsApp backup piani pagamento
I backup di WhatsApp diventano a pagamento – (Computer-Idea.it)

Dopo l’aggiornamento dell’applicazione gli utenti avranno la possibilità di effettuare i backup in maniera gratuita tenendo conto dei 15GB a disposizione. Se questi non dovessero bastare hanno l’opportunità di sottoscrivere un piano a pagamento di Google One, che si dividono tra piani mensili e piani annuali.

I piani di pagamento partono da 1,99 euro al mese per 100GB di spazio di archiviazione, passano per i 2,99 euro per 200GB fino ad arrivare ai 9,99 euro per 2TB al mese. I prezzi aumentano se si parla di piani annuali con un prezzo di 19,99 euro per 100GB, 25,99 euro per 200GB e 99,99 euro per 2TB.

Questo cambiamento è dovuto a diversi motivi. In primo luogo, Google One offre tante funzionalità aggiuntive, come la sincronizzazione e condivisione dei file. In seconda battuta, WhatsApp pare alla ricerca della riduzione del costo di archiviazione dei dati per gli utenti. Dunque, per non dover sottoscrivere nessun abbonamento gli utenti Android dovranno valutare altre alternative oppure riuscire a rimanere nei limiti dei 15GB messi a disposizione.

Impostazioni privacy