Ti chiedono di vedere un video e intanto ti svuotano il conto: la nuova truffa di WhatsApp che fa paura

Un video da guardare mentre a tua insaputa ti svuotano il conto corrente. Massima attenzione all’ultima truffa che circola su WhatsApp.

WhatsApp è la piattaforma di messaggistica istantanea più popolare al mondo, ci sono pochi dubbi al riguardo. L’app acquisita da Meta nel 2014 ha avuto un successo su scala planetaria e la società di Mark Zuckerberg non smette di aggiornarla e di implementarne le funzionalità. Il problema è che il successo attira non solo utenti ma anche malintenzionati.

Truffa del video attraverso WhatsApp
L’ultima truffa su WhatsApp si serve di un video – computer-idea.it

Per una sorta di nemesi, proprio il fatto di essere l’app di messaggistica più scaricata e utilizzata da miliardi di utenti in tutto il mondo ha trasformato WhatsApp anche nel principale “canale” di numerose truffe. Gli hacker infatti hanno messo da tempo nel mirino la piattaforma cercando di sfruttare tutte le opportunità per mettere in atto i loro raggiri. 

Meta naturalmente non è rimasta a guardare e ha studiato le opportune contromosse andando a tamponare alcune “vulnerabilità” dell’applicazione. Di conseguenza la sicurezza di WhatsApp è certamente aumentata, ma resta il fatto che la sicurezza assoluta rimane una chimera difficile, se non impossibile, da raggiungere. Come mostra l’ultima truffa che circola attraverso le chat della piattaforma ha b. 

Ti fanno guardare un video per svuotarti il conto: come funziona l’ultima truffa su WhatsApp

I cybertruffatori le provano tutte per raggirare le loro vittime attraverso messaggi, notifiche e ogni altro genere di comunicazioni solo apparentemente innocue. Oggi ad esempio ci sono truffe che inducono a fare il download di un malware servendosi di un messaggio vocale ingannevole.

Come funzione la truffa del video attraverso WhatsApp
I truffatori cercando di ingannare le loro vittime con un video – computer-idea.it

Una delle truffe più recenti si basa sul collaudatissimo schema Ponzi, ovvero il classico passaparola (che prende il nome del suo creatore, cioè Charles Ponzi) che promette facili guadagni ai primi investitori sulle spalle dei nuovi “investitori”. Spesso le promesse truffaldine per spillare denaro passano attraverso piattaforme al di fuori di ogni legalità.

Tutto parte però da un messaggio WhatsApp che promette di guadagnare subito e senza sforzo 5 o 10 euro. Come? Semplicemente guardando un video come tanti. Peccato che il video “innocente” porti a una pagina esterna o a un’altra app di messaggistica come Telegram.

In altre parole, per un verso o per l’altro si finisce su qualche sito che promette a sua volta facili e grandi guadagni. Come detto si tratta di una truffa che si basa su un metodo noto e arcinoto, ma comunque di comprovata efficacia. E che soprattutto porta a perdite certe di denaro, anche nell’ordine delle migliaia di euro. Mai dimenticare che chi fa promesse mirabolanti prospettandoci guadagni troppo facili è semplicemente un truffatore. 

Impostazioni privacy