Google, la novità è già pronta: cos’è Windows on ARM e perché può davvero cambiare tutto

Questa evoluzione promette vantaggi tangibili agli utenti, dai miglioramenti nelle prestazioni all’efficienza energetica.

Il panorama tech è in grande fermento a causa di una interessante novità che si prepara a sbarcare sul mercato. Al centro di questa novità c’è la collaborazione tra Google e Microsoft, due nomi che assicurano innovazione e qualità. LA collaborazione tra questi due colossi del settore è stata progettata per sfruttare al massimo le capacità di una piattaforma innovativa: Windows on ARM.

google aggiorna chrome
Con il nuovo aggiornamento, Google Chrome offre prestazioni ottimizzate e un’esperienza utente senza precedenti – computer-idea.it

Windows on ARM è il frutto di un’iniziativa di Microsoft che porta il sistema operativo su dispositivi alimentati da processori ARM, diversificando l’ecosistema tradizionalmente dominato dai chip x86 di Intel e AMD. Questo processo ha preso il via nel 2017, estendendo il supporto da Windows 10 a Windows 11.

E oggi riesce a offrire un’esperienza utente migliorata con maggiore efficienza energetica e connettività sempre attiva. L’ingresso di Google in questo scenario, con la sua versione ottimizzata di Chrome per questa piattaforma, è sicuramente un momento molto significativo per il settore.

Google prepara una importante novità per i suoi utenti

La collaborazione tra Google e l’architettura ARM nel mondo di Windows rappresenta un’innovazione che va oltre il semplice miglioramento delle prestazioni del browser. Questo progetto è un segnale evidente del fatto che le compagnie tech stiano tenendo sempre più in considerazione la questione dell’efficienza energetica, dotando i loro dispositivi di prestazioni ottimizzate e una connettività sempre attiva.

google prepara una novità per chrome
Il team di sviluppatori di Google Chrome porta avanti l’evoluzione del browsing su Windows on ARM – computer-idea.it

Chrome, che è uno dei browser più utilizzati al mondo, gioca ovviamente un ruolo chiave in questo cambiamento. Questa transizione si avvale inoltre della collaborazione con Qualcomm e i suoi innovativi Snapdragon X Elite, chip progettati per supportare i carichi di lavoro moderni su piattaforme ARM. Allo stesso tempo, l’apertura di Microsoft verso altri produttori come NVidia e AMD per lo sviluppo di SoC ARM sembra indicare una maggiore apertura dell’azienda, rispetto al passato.

La versione di Chrome per Windows su ARM è stata rilasciata senza grandi annunci, ma la sua disponibilità segna un punto di riferimento per l’adozione e l’ottimizzazione di software su questa piattaforma. La distribuzione attraverso il canale Canary di Google indica un approccio cauto ma deciso, con l’obiettivo di integrare pienamente questa versione nel panorama dei browser stabili nei prossimi mesi.

Il futuro di Windows on ARM appare quindi ancora luminoso alla luce di queste novità, con l’imminente lancio dei primi notebook basati sui SoC Qualcomm Snapdragon X Elite. Questi dispositivi, attesi per la metà del 2024, hanno il potenziale per stabilire nuovi standard di prestazioni, efficienza energetica e connettività per i PC Windows.

Se il lancio rispetterà le aspettative, sarà la prima volta che i chip ARM entreranno in diretta competizione con i SoC di Apple, dettaglio che rende ancora ancora più importante la presenza di Chrome come browser su questi nuovi sistemi.

Impostazioni privacy