Amazon, annuncio ufficiale: in arrivo aumenti di prezzo

Amazon ha annunciato ufficialmente l’aumento dei prezzi, cosa che ha destabilizzato ovviamente i clienti in tutto il mondo. 

Gli ultimi mesi sono stati corredati da annunci continui di qualunque società e servizio utile all’intrattenimento che ha puntato ad aumentare i piani di abbonamento. Sicuramente ad iniziare un po’ il ciclo è stato Netflix. La piattaforma ha dato il via ad una serie di aumenti, taglio di password condivise e restrizioni che le hanno però permesso di rientrare con successo delle spese.

Amazon annuncio ufficiale aumenti
Amazon, disposti aumenti per l’abbonamento (computer-idea.it)

Quella che poteva essere un’arma a doppio taglio si è rivelata un enorme successo e quindi piano piano anche gli altri canali hanno capito che c’è margine per chiedere di più agli utenti e che alla fine questi sono disposti a pagare quando non possono fare a meno di qualcosa a cui sono abituati.

Amazon, annunciati gli aumenti per gli abbonamenti

Quando si parla di aumenti non è mai una buona notizia per gli utenti ma, in questo caso, si tratta di una notizia degna di ripercussioni perché di fatto riguarda uno dei servizi più utilizzati al mondo. Un posto ufficiale in cui si annuncia l’aumento del costo dell’abbonamento, cosa che ha tirato in ballo molteplici commenti.

Amazon annuncio ufficiale
Amazon, stangata per gli utenti (computer-idea.it)

L’annuncio ufficiale è arrivato con un post che ha dichiarato che ci sarà presto una variazione, Amazon quindi ha ribadito come gli strumenti di monetizzazione svolgano un ruolo importante e che consentono anche di modulare poi i costi. Il punto è stato fatto per chiarire che, di volta in volta bisogna aumentare necessariamente le tariffe per far fronte al cambiamento, alle innovazioni e quindi per tenere alta la qualità del servizio.

La novità inizialmente sarà solo per Australia, Canada, Turchia e Regno Unito. Tuttavia, quando iniziano gli aumenti, si sa che alla fine saranno generalizzati per tutti, è solo questione di tempo. Le modifiche saranno attive per Twitch a partire dal 28 marzo, quindi resta un mese di tempo per adeguarsi, riguarderanno il primo livello quindi l’abbonamento corrispondente.

Ci sono sicuramente tanti vantaggi quindi in molti casi è conveniente pensare di pagare. Il pubblico può avere personalizzazione, sblocco chat, contatto diretto. Guardando ai costi, per farsi di un’idea di quello che potrebbe poi accadere anche in Italia.

C’è il Regno Unito che avrà l’aumento di una sterlina, in Canada anche, per l’Australia si arriverà a 8.99 dollari, per la Turchia invece il livello 1 passerà da 9.99 lire turche a 43.90. Attenzione, gli abbonamenti andranno sempre a rinnovo automatico quindi chi non desidera aderire sostanzialmente dovrà scegliere prima.

Impostazioni privacy