Windows si arricchisce con la ‘cancellazione generativa’: cos’è e come funziona

Altro passo in avanti da parte di Microsoft nel segno dell’AI. Tutto sulla ‘cancellazione generativa’ che arricchisce ulteriormente Windows.

Copilot non era soltanto un bot basato su un modello linguistico di grandi dimensioni, una funzionalità integrata per Microsoft Bing e Microsoft Edge, o una risposta a Google Bard e ai suoi derivati. Copilot è la visione di dove sta andando il colosso di Redmond.

Windows si arricchisce con la 'cancellazione generativa'
Microsoft, Spot Fix si evolve nella cancellazione generativa – foto fonte microsoft.com – computer-idea.it

La strada è quella segnata dell’AI, un’Intelligenza Artificiale che sta invadendo qualsiasi dispositivo. C’è chi la sta usando per migliorare gli smartphone: lo stesso Google, Samsung, a breve arriverà anche Apple che si è messa a correre a marce elevate su questa strada.

E chi come Microsoft ha deciso di arricchire l’esperienza su Windows 10 e Windows 11 con la Generative Erase, quella cancellazione generativa che ha il compito di trasformare quell’ormai arcaico strumento Correzione punto (Spot Fix) utile per ritoccare le foto rimuovendo dettagli problematici, evolvendolo.

Windows e la ‘cancellazione generativa’: Spot Fix si potenzia con l’aiuto dell’intelligenza artificiale

Generative Erase è l’ultima funzionalità di modifica disponibile per l’app Foto, ossia la cancellazione generativa, inserita in un concept di multi-funzionalità nate per modificare le foto, ovviamente nel segno dell’AI, rilasciate di recente, come Sfocatura sfondo, Rimuovi e sostituisci sfondo, disponibili anche nell’app Foto per dispositivi Arm64 e Windows 10.

Windows e la 'cancellazione generativa': ecco come funziona
Microsoft, la ‘cancellazione generativa’ in fase di distribuzione su Windows 10 e 11 – foto fonte: blogs.windows.com – computer-idea.it

Un aggiornamento che Microsoft ha iniziato a distribuire a Windows Insider, in tutti canali. La cancellazione generativa per Windows può essere intesa come il potenziamento dello Spot Fix (il noto strumento di correzione del colosso di Redmond) con l’ausilio dell’intelligenza artificiale. Una funzione che consente di correggere e rimuovere tutto ciò che per noi è inutile dalle foto, inserendo oggetti di sfondo o altri elementi visivi.

Rispetto alla correzione spot, la ‘cancellazione generativa’ crea un risultato più fluido e realistico. Per utilizzare la cancellazione generativa bisogna partire da Modifica immagine e selezionare l’opzione Cancella per modificare tutto ciò che vuoi rimuovere da quella determinata foto, ad esempio puoi regolare la dimensione del pennello per essere più preciso.

Oppure rimuovere più oggetti contemporaneamente o disattivare l’applicazione automatica per aggiungere o rimuovere maschere. Al resto ci penserà l’AI a stravolgere la foto. Al momento la funzione della cancellazione generativa è in fase di distribuzione: per ottenerla è sufficiente scaricare la versione 2024.11020.21001.0 di Foto o successiva, disponibile per Windows 11 ma anche per Windows 10.

Impostazioni privacy