Windows ha appena cancellato uno dei suoi migliori programmi dopo quasi 30 anni

Windows fa pulizia ma stavolta ci è andato di mezzo un software che è stato un vero punto di riferimento per intere generazioni di utenti.

Quello che succede dentro Windows è ogni tanto un vero e proprio mistero. Perché sembra che la società abbia il vizio periodico di andare a riscrivere l’esperienza degli utenti ma non nel modo in cui loro avrebbero probabilmente voluto.

dentro windows sparisce un software storico
Addio a una funzione storica di Windows, cosa puoi usare adesso? – computer-idea.it

Uno degli esempi più recenti è il modo in cui la società sta infilando l’intelligenza artificiale ovunque sia possibile. E in qualche caso anche dove non dovrebbe essere possibile. Ma l’IA è il futuro a quanto pare e quindi, per chi decide di avere a che fare con Windows, è qualcosa qui non si può sfuggire.

Però, alle nuove funzioni che arrivano, ce ne sono altre che spariscono senza motivo apparente. Uno dei software più comodi che si trovavano nel sistema operativo di Microsoft è pronto a sparire definitivamente e non sarà il solo a quanto pare. L’annuncio c’era stato tempo fa ma ormai il tempo è scaduto.

Windows cambia ma cosa ne pensano gli utenti?

Se ti è mai capitato di avere a che fare con Windows ti sarai probabilmente trovato a dover scrivere qualcosa. Nel sistema operativo di Microsoft ci sono almeno tre software diversi con cui è possibile prendere appunti. C’è Blocco Note, che molto spesso viene utilizzato per scrivere codice e modificare file di sistema più che per prendere appunti, poi c’è WordPad, a metà strada tra Blocco Note e Word e, da ultimo, c’è proprio Word che ora fa parte della blasonata Suite Office 365.

usi ancora questa funzione di windows? Microsoft te la toglie
Windows dice basta a questa funzione, è obsoleta! – computer-idea.it

Microsoft a quanto pare ha deciso di eliminare WordPad definita funzione “deprecata”. Il che significa che oltre a non essere più presente nelle prossime build, non ci sarà più neanche per chi scaricherà gli aggiornamenti di Windows. Il motivo più facile per questo abbandono è il fatto che la società voglia spingere sull’adozione di Office 365, che nel frattempo è passato da pacchetto acquistabile una volta al nuovo modello in abbonamento.

Come succede per molte tipologie di software, Office è diffuso soprattutto perché più conosciuto ma se sei anche tu tra quelli che utilizzavano WordPad sappi che non sarai comunque costretto a pagare né ad utilizzare la versione online di Office. Negli anni si sono infatti moltiplicati i software open source che possono essere utilizzati anche gratuitamente e che ora rivaleggiano in termini di funzioni e facilità di utilizzo con la suite di Microsoft.

E se non vuoi scaricare nulla per non appesantire il tuo sistema operativo puoi anche decidere per i software totalmente online. Un esempio di valido sostituto di Wordpad è per esempio Documenti di Google. Fa parte dei servizi offerti all’interno di Google Drive Workspace ed è in grado di aprire e gestire anche i documenti nel formato più recente di Word.

Impostazioni privacy