Windows 11 si aggiorna nuovamente: tutte le novità e i miglioramenti apportati al sistema operativo

Windows 11 si aggiorna ancora, con tante diverse novità e miglioramenti per tutti gli utenti: cosa cambia per il sistema operativo. 

Negli ultimi anni abbiamo visto come anche Windows sia solito rilasciare aggiornamenti per il suo sistema operativo, lanciando sempre delle nuove funzioni in grado di soddisfare gli utenti. Gli update però delle volte possono avvenire anche per effettuare delle correzioni. Il sistema operativo di Microsoft infatti delle volte potrebbe lanciare degli aggiornamenti problematici, con delle falle che possono essere riparate solamente da alcune patch.

Windows 11 aggiorna novità miglioramenti
Con il nuovo aggiornamento arrivano tante novità e miglioramenti – Computer-Idea.it

L’ultimo update riguarda Moment 4 all’interno di Windows 11 23H2, gli utenti possono beneficiare di miglioramenti significativi nell’ambito della gestione degli archivi. Questo aggiornamento introduce il supporto per diversi formati compressi, offrendo agli utenti la possibilità di creare archivi TAR e 7zip direttamente dal menu contestuale. Sono diverse le innovazioni introdotte ed alcune di queste sono attualmente disponibili nel canale Canary, riservato agli iscritti al programma Insider.

Windows 11, l’ultimo aggiornamento apporta diverse novità: cosa cambia per gli utenti

L’innovazione più recente introdotta da Windows 11 si manifesta nella build 26040. La prima funzionalità degna di nota è sicuramente la voce “Additional options” nel menu contestuale, raggiungibile con un clic destro del mouse sul file di interesse. Questa opzione apre una procedura guidata che consente agli utenti di personalizzare ulteriormente le impostazioni di creazione di memorie compresse.

Windows 11 aggiorna novità miglioramenti
Tutti i miglioramenti in arrivo su Windows 11 – Computer-Idea.it

Come se non bastasse, successivamente attraverso due menu a discesa possono anche specificare il formato desiderato (7zip, TAR o ZIP) e il metodo di compressione preferito. I metodi disponibili includono Store (senza compressione), Deflate, BZip2, Xz, Gzip, Zstandard, LZMA1 e LZMA2.

Un altro elemento personalizzabile è poi l’elemento di compressione gestito tramite uno slider che varia da 0 a 9. Questa scala consente agli utenti di bilanciare la velocità di creazione dell’archivio con lo spazio occupato sul dispositivo, offrendo un maggiore controllo sull’esperienza di compressione.

Mentre invece hanno un particolare rilievo le ultime due opzioni. Queste permettono di conservare link simboli ed hard link durante il processo di compressione. Questi termini sono noti agli utenti del sistema operativo Linux, con Microsoft che rinnova la sua volontà di offrire un supporto avanzato e completo per gli utenti che non hanno dimestichezza con il sistema operativo.

Inoltre ad oggi bisogna sottolineare che la creazione degli archivi compressi è attualmente limitata ai formati open source, come 7zip e TAR, mentre il formato proprietario RAR è supportato solo per l’apertura. Microsoft ha adottato la libreria libarchive, aprendo la possibilità di aggiungere ulteriori formati in futuro, tra cui potrebbero figurare XAR, LHA e LZH. Questo indica un impegno continuo nel migliorare e ampliare le funzionalità di gestione degli archivi in Windows 11.

Impostazioni privacy