Whatsapp miete un’altra vittima illustre: se usi questo programma per chattare ci sono brutte notizie per te

Questa notizia sottolinea ancora una volta la difficoltà per le applicazioni più datate di competere in un mercato in continua evoluzione.

WhatsApp esercita ormai un dominio incontrastato nel panorama della messaggistica istantanea. Con oltre due miliardi di utenti attivi mensilmente, questa piattaforma è diventata il punto di riferimento per la comunicazione digitale in tutto il mondo. Solo pochi rivali riescono a competere con WhatsApp in Occidente, mentre altre applicazioni lottano per mantenere una base di utenti significativa.

programma per chat chiude a causa di whatsapp
WhatsApp domina il mercato della messaggistica istantanea, spingendo fuori i concorrenti più deboli – computer-idea.it

Oggi, i principali rivali di WhatsApp nel mercato della messaggistica istantanea includono Telegram, Signal e Facebook Messenger. Ognuna di queste piattaforme lavora duramente per rimanere al passo con le incessanti novità introdotte da WhatsApp e chi non riesce a tenere il ritmo dettato, purtroppo, soccombe.

Così, uno dopo l’altro, i rivali più datati e di minor successo si trovano a mettere fine alla loro attività. Questa tendenza ha visto la chiusura di diverse applicazioni un tempo popolari, che non sono riuscite a tenere il passo con le innovazioni e l’ampia adozione di WhatsApp. L’ultima vittima di questo dominio è una delle applicazioni di messaggistica più iconiche e amate della storia.

Uno dei primi servizi di messaggistica chiude dopo 28 anni

Al cuore di questa curiosa notizia c’è l’app di messaggistica ICQ, un tempo considerata all’avanguardia nella comunicazione digitale, e che invece chiuderà definitivamente il 26 giugno. Questo segna la fine di un’era per un’applicazione che ha giocato un ruolo fondamentale nella storia della messaggistica istantanea.

ICQ è stata lanciata nel 1996, poco prima di AOL Instant Messenger. La sua facilità d’uso, le chat 1-a-1 o di gruppo e la possibilità di comunicare con persone in tutto il mondo in tempo reale gratuitamente rese ICQ estremamente popolare all’epoca. Nel suo periodo di massimo splendore, ICQ vantava oltre 100 milioni di utenti.

servizio di messaggistica chiude dopo 28 anni
ICQ, lanciata nel 1996, era una delle prime e più amate app di messaggistica (Foto YouTube Techquickie) – computer-idea.it

Nonostante il suo successo iniziale, ICQ ha visto un declino graduale con l’avvento di nuovi concorrenti. Nel 2010, il servizio fu acquistato da Mail.ru (ora VK), ma non riuscì in alcun modo a recuperare la sua posizione dominante..

L’annuncio della chiusura di ICQ è stato accolto con una certa nostalgia da parte degli utenti storici. Molti ricordano con affetto le conversazioni e i momenti condivisi sulla piattaforma, protagonista di un’epoca di innovazione e delle prime connessioni digitali. Nonostante ciò, l’era di ICQ si chiude senza una spiegazione dettagliata da parte di VK sui motivi della chiusura.

La chiusura di ICQ, inoltre, segna un altro passo verso la cristallizzazione del mercato della messaggistica istantanea, dove poche grandi piattaforme dominano. WhatsApp, in particolare, ha continuato a espandersi e ad aggiungere nuove funzionalità, mantenendo una posizione di leadership indiscussa.

Impostazioni privacy