WhatsApp, la nuova feature ridurrà le fregature: una manna dal cielo per gli utenti

Il 2024 di WhatsApp parte con il rilascio di una nuova feature per tutti gli utenti. Una manna dal cielo, ecco perché.

Le aspettative ora sono alte. Dopo un 2023 nel quale WhatsApp si è distinto per il rilascio di una vasta gamma di novità, c’è grande attesa per un anno all’insegna dell’Intelligenza Artificiale, anche sull’app di messaggistica istantanea numero uno al mondo. E non potrebbe essere altrimenti.

WhatsApp, la nuova feature
WhatsApp, l’app di messaggistica istantanea numero uno al mondo – computer-idea.it

Google ha segnato la strada, accelerando per di più grazie a Gemini e un’evoluzione importante per Bard, che finirà su tutti gli smartphone Android, elevando l’assistente grazie anche a una versione avanzata, a pagamento però. Per abbonati.

Anche WhatsApp, stando ai rumors, ha in mente di introdurre un chatbot tutto suo, che migliorerà l’esperienza nelle chat: dalla pianificazione di appuntamenti alla possibilità di effettuare ordini e contattare il servizio clienti. Botta e risposta nella propria chatlist. Non si ancora molto di più, ma le anticipazioni non tarderanno ad arrivare.

WhatsApp e la feature opzionale: nel segno della chiarezza e affidabilità. Niente più fregature

Nel frattempo ecco spuntare una nuova feature. Sfruttando la versione business dell’app, si è scoperto che WhatsApp sta lavorando per consentire alle aziende di iscriversi a Meta Verified. Cos’è? Un nuovo bundle di abbonamento a disposizione di creator e aziende su Instagram e Facebook. Sarà una funzionalità opzionale per consentire alle aziende di aggiungere un badge verificato ai propri canali.

WhatsApp, una manna dal cielo per gli utenti
WhatsApp e Meta Verified, una funzione opzionale molto interessante – computer-idea.it

Questo miglioramento fornirà agli utenti un indicatore chiaro e affidabile dell’autenticità di un canale commerciale. L’obiettivo è di facile comprendonio: in primis riduce significativamente il rischio che i clienti interagiscano con entità false o non autorizzate. Niente più fake news, soprattutto niente più misteri su chi c’è al di là del nostro dispositivo.

Dalle informazioni raccolte da Wabetainfo, che ha scoperto la feature, attualmente nella versione beta, si legge di una nuova impostazione nelle impostazioni dell’app, che consentirà alle aziende di iscriversi a Meta Verified ed avere un badge verificato da mostrare per fugare qualsiasi dubbio agli utenti-clienti.

Una funzione opzionale, dunque, facoltativa, a disposizione delle aziende. L’abbonamento Meta Verified includerà una protezione proattiva dalla rappresentazione, progettata per identificare e mitigare rapidamente le potenziali minacce, che abbondano di questi tempi, garantendo al tempo stesso un canale diretto per assistenza, con annesse risoluzioni dei problemi e qualsiasi tipologia di dubbi, rendendo ulteriormente più facile l’interazione tra aziende e utenti-clienti.

Impostazioni privacy