Vecchie musicassette, tutti ne abbiamo alcune in casa: se hai una di queste puoi prenotare le vacanze

Se ti ritrovi una di queste vecchie musicassette in casa puoi farci un bel po’ di soldi: ecco le più cercate dai collezionisti.

Gli ultimi anni hanno fornito una serie di certezze e tendenze che anni fa sarebbe stato praticamente impossibile prevedere o anticipare in alcun modo. I tempi cambiano e le cose si evolvono velocemente, certe volte in modo davvero particolare e unico. In particolare se si parla del mercato dei collezionisti, che diventano improvvisamente ossessionati da un certo tipo di prodotto, stile, emozioni, e così cambiano le tendenze del mercato generale.

Collezionisti pazzi delle musicassette vecchie
Collezionismo di musicassette: gli appassionati pronti a fare follie – computer-idea.it

Andando ad analizzare quelle che sono le tendenze del settore dei collezionisti non è raro confrontarsi con alcuni specifici oggetti che oggi rappresentano decisamente quanto di più prezioso da ottenere, con tanti pronti a spendere somme importanti in un attimo.

Un esempio più che mai calzante è offerto dalle musicassette. Un tempo, la musica, in auto o anche a casa, si ascoltava attraverso questi specifici supporti. Oggi sono considerati per forza di cose, considerata l’evoluzione tecnologica, una rarità assoluta. Di conseguenza il valore di alcuni tipi di musicassetta è letteralmente schizzato alle stelle. Ma quali sono le più ricercate?

Vecchie musicassette, tutti ne abbiamo alcune in casa: gli esempi più significativi

La missione dei collezionisti appassionati del genere è mettere le mani sugli esemplari di musicassetta più preziosi in assoluto. In alcuni casi, si può parlare addirittura di oggetti più che mai comuni in passato, considerata la portata mondiale dell’artista in questione.

Quanto valgono musicassette rare
La classifica delle musicassette più rare e ricercate – Computer-idea.it

Piccoli tesori che possono essere ritrovati, magari per caso, anche in casa propria. Nel solo 2020 le vendite hanno incredibilmente superato le 157mila unità, un vero e proprio ritorno di questo supporto. I titoli che al momento fanno letteralmente girare la testa ai collezionisti di tutto il mondo, dopo una attenta ricerca attraverso il web e non solo, sono i seguenti:

  • Macintosh Plus – Floral Shoppe (2012)
  • Madonna – The Madonna Collection (1987)
  • Buck 65 – Year Zero (1996)
  • Throbbing Gristle – 24 Hours (1980)
  • Various – Untieddiaries 1979-87 (1987)
  • The Artist (Formerly Known As Prince) – The Versace Experience – Prelude 2 Gold (1995)
  • Xero – Xero (1997)

Il prezzo di vendita, in questo caso va dai 1500 euro dei Macintosh Plus e di Madonna, ai 1.729 euro dei Buck 65, fino ai 220  euro per i Throbbing Gristle, i 4000 euro di Prince e i 4500 euro per gli Xero. Un mercato assolutamente unico, insomma, capace di far sognare milioni e milioni di appassionati in ogni parte del mondo.

Impostazioni privacy