Uno dei videogiocatori più bravi del mondo è un cane: completa le missioni in pochissimo tempo

Un cane che gioca ai videogiochi e che è anche uno dei più bravi di tutto il mondo? Pronto a incontrare Peanut Butter e il suo umano?

Quando si dice a qualcuno che è un cane con i videogiochi o con qualunque altra abilità di solito significa offendere e prendere in giro il giocatore o la giocatrice in questione.

un canee il suo umano giocano ai videogiochi, l'amicizia a 8 bit
Un cane che gioca ai videogiochi, esiste ed è pure bravo! – computer-idea.it

Ma c’è a quanto pare un cane che è invece uno dei videogiocatori più bravi del pianeta, in grado di eseguire speedrun che raccolgono milioni di visualizzazioni. Ovviamente si tratta di un gioco che il cane, uno Shiba Inu che si chiama Peanut Butter, fa forse senza neanche troppo accorgersi insieme al suo umano.

In una recente intervista, lo streamer che gioca insieme a Peanut Butter ha voluto raccontare come è nata questa loro passione così particolare e come faccia il suo cane effettivamente a comandare il videogioco. Una storia che è la dimostrazione che, anche senza scomodare la fantascienza, le altre creature che abitano il pianeta con noi hanno tanto da dare e sono in grado di fare molto più di quello che pensiamo.

Peanut Battle e il suo umano, tra videogiochi e Covid

Intervistato dai colleghi di IGN, JSR ha raccontato di avere incontrato Peanut Butter durante il periodo del covid, dopo essersi messo in lista d’attesa per ricevere uno Shiba Inu come cane da compagnia per superare la solitudine forzata dovuta alla pandemia. Il rapporto tra umano e cane è diventato subito molto stretto e l’animale, estremamente intelligente, ha imparato tutta una serie di trucchi che sono però presto diventati stantii ed è qui che allo streamer è venuta l’idea di cercare di insegnare al suo cane a giocare ai videogiochi.

peanut butter è lo shiba inu campione dei videogiochi
Uno Shiba Inu fa speedrun come un pro, la storia di Peanut Butter – computer-idea.it

JSR ha creato per Peanut Butter un controller, mettendo insieme pezzi di un adattatore PC GameCube, un emulatore per dare al cane qualcosa con cui giocare e un controller di un vecchio arcade. Creare il controller è stata però solo metà dell’impresa perché l’altra metà, continua sempre il racconto dello streamer, è stata cercare di insegnare al cane effettivamente a giocare.

O meglio, ad eseguire i comandi che il suo umano gli impartisce con una velocità tale per cui il risultato è un input che viene trasmesso al gioco e che risulta a sua volta nell’azione corretta. Non siamo quindi di fronte a un animale che gioca in maniera autonoma come in altri esperimenti condotti sugli animali da una delle società di Elon Musk ma a un modo nuovo con cui giocare con il proprio animale domestico.

Col tempo e con la pazienza, anche in attività in cui magari non avrebbe modo di inserirsi. Peanut Butter forse non saprà mai di essere un cane speedrunner di videogiochi ma di certo ricorderà quanto è stato divertente giocare con il suo umano a qualunque cosa e in qualunque situazione.

Impostazioni privacy