Tre metodi poco conosciuti per pulire e far risplendere il vostro PC

Non c’è bisogno di spendere soldi per prodotti nocivi: ecco metodi poco conosciuti per pulire i nostri PC, gratuitamente, in appena tre mosse.

Smartphone a parte, che necessita di una pulizia semplice ma minuziosa se non fosse che è per distacco il dispositivo più utilizzato a livello globale, la cura dei nostri PC, compagni inseparabili delle nostre giornate lavorative e non, necessitano di cura.

Come pulire e far risplendere i PC
PC, i nostri inseparabili amici tech – computer-idea.it

La pulizia è una di queste. C’è chi si affida a prodotti ad hoc senza pensare a due problemi di poco conto: il costo che serve per acquistare prodotti. Che potrebbe addirittura risultare nociva per la nostra salute e, soprattutto, per i sempre più delicati display dei PC.

C’è chi addirittura chi compra bottigliette di aria compressa per la pulizia dei laptop: mossa astuta per carità, ma i prezzi variano da circa venti euro a ottanta. Vale la pena spendere questi soldi vista la regolarità con cui dobbiamo pulire il nostro PC? La risposta è no. O meglio, risparmiate quei soldi, oppure investiteli altrove.

Come far splendere il vostro PC senza spendere soldi, basta andare in cucina e in bagno

Secondo Apple, nelle sue FAQ, basta una salvietta con alcol isopropilico al 70%, oppure salviette disinfettanti Clorox, l’importante è non utilizzare spray detergenti aerosol oppure salviette contenenti candeggina. Basta dunque un panno bagnato, dove bagnato sta per umido e non grondante, senza lasciar penetrare i liquidi nella tastiera.

Metodi poco conosciuti per pulire il PC
Pulire PC e dispositivi senza spendere soldi – computer-idea.it

Al posto della salvietta anche un batuffolo di cotone con l’alcol diluito, per pulire quelle aree difficili da raggiungere, dove polvere e molliche sporcano tutto. Ma ci sono anche altri metodi, poco conosciuti, per pulire i nostri PC in maniera impeccabile e soprattutto senza spendere soldi.

Come? Provate ad andare in bagno e prendere uno spazzolino che non utilizzate, poi di corsa in cucina, troverete sicuramente dell’aceto, mescolatelo con l’acqua, imbevete il vostro spazzolino. E cominciate a passarlo sulla tastiera, lì dove si accumulano principalmente numerosi batteri nocivi, a stretto contatto con le nostre mani.

Dopo averla accuratamente pulita e disinfettata, lascia asciugare la tastiera per alcuni minuti. Fatto: zero soldi spesi (in casa un po’ di aceto c’è sempre, l’acqua non manca e lo spazzolino da dente anziché buttarlo ce lo teniamo, ci si può sempre pulire qualcosa, comprese le nostre amate scarpe da ginnastica in pelle). Un solo accorgimento: quando fate questa operazione il PC deve essere rigorosamente spento.

Impostazioni privacy