TIM, ad aprile salgono i prezzi: a chi toccherà l’aumento e quanto costerà l’offerta

Tra switch off e aumento dei prezzi, TIM cambia molto in questo aprile da tenere sotto controllo. Ecco a chi toccherà il plus.

TIM sta cambiando, questo è sotto gli occhi di tutti. Ha deciso di accelerare verso il passaggio alla banda ultralarga, gratuitamente ma gradualmente, con la consegna del modem a domicilio e la verifica dell’impianto di casa da parte dei tecnici dell’azienda.

TIM, ad aprile salgono i prezzi
TIM, tra banda ultralarga e aumento dei prezzi – computer-idea.it –

In quest’ottica va visto lo switch off delle centrali in rame, spente nelle prime regioni dell’Italia: Toscana, Veneto, Lazio e Campania per un totale, finora di 34 asset. Perché? Perché nelle intenzioni di TIM bisogna favorire lo sviluppo delle tecnologie in fibra ottica da parte di cittadini e imprese.

Una preventiva migrazione dei clienti verso connessioni in banda ultralarga per un sostanziale miglioramento delle prestazioni e della qualità del servizio, ha spiegato il colosso della telefonia in una nota ufficiale, riducendo anche i consumi energetici e, di conseguenza, un minore impatto ambientale. Ma intanto ad aprile salgono i prezzi per i clienti TIM. E non di poco.

Un gruppo di clienti TIM subirà un aumento di prezzo alla propria offerta. Cosa fare

Il prossimo 6 aprile. Una data da cerchiare sul calendario, da appuntare: un promemoria da inserire, smartphone o mail fa lo stesso. È il giorno in cui un gruppo di clienti TIM subirà un aumento di prezzo alla propria offerta ricaricabile, ma in alcuni casi si potranno aggiungere gratuitamente 50 giga in più al mese o l’abilitazione alla rete 5G.

TIM, ecco quanto costerà l'offerta
TIM, aumenti fino a 2,50 euro – foto fonte: tim.com – computer-idea.it

“Esigenze economiche connesse alle mutate condizioni di mercato. Questa la motivazione preventiva di TIM. Una rimodulazione che partirà dal primo addebito di aprile, per alcune offerte mobili per clienti ricaricabili: l’aumento partirà da un minimo di 0,99 euro a un massimo di 2,49, IVA inclusa. Un aumento variabile perché dipende dalla specifica offerta attiva sulla propria linea.

Ciascun cliente interessato dalla suddetta modifica contrattuale, comunque, sarà informato con un messaggio personalizzato che indicherà l’effettivo aumento per la sua offerta. E potrà accettare senza colpo ferire, oppure recedere senza dover pagare penali o costi aggiuntivi per la disattivazione.

Magari passando a un altro operatore, pronto ad accoglierlo a braccia aperte con offerte super vantaggiose (lo fanno in tanti, è il famigerato Operator Attack). In alternativa c’è tempo fino al 31 marzo per inviare un sms (gratuito) per aderire a un’offerta dedicata con gli stessi costi e due giga in più rispetto alla propria attuale offerta, scegliendo una ad hoc sul portale di TIM.

Impostazioni privacy