Tariffe telefoniche, tutte queste aumenteranno da gennaio 2024: mazzata per i clienti

Nuova mazzata per i clienti. A partire da gennaio 2024, sono previsti aumenti per tutte queste tariffe telefoniche.

Il mercato della telefonia mobile in Italia sta vivendo un periodo d’oro. Grazie alle tantissime promozione lanciate sia dai grandi provider che dalle realtà virtuali, per ogni singolo cliente c’è la possibilità di scegliere l’offerta perfetta per le proprie esigenze. Andando a puntare su minuti, SMS, Giga di internet o tutti e tre gli elementi insieme a costi mai così bassi e convenienti.

Previsti aumenti da gennaio 2024 per queste tariffe telefoniche
Tutte queste tariffe telefoniche aumenteranno a gennaio 2024 – Computer-idea.it

Ma presto le cose potrebbero cambiare. Secondo quanto emerso negli ultimi giorni, infatti, a partire da gennaio 2024 sono previsti importanti rincari ai canoni mensili. Che andranno a riguardare moltissime delle promozioni che abbiamo imparato a conoscere in questi mesi e che garantiscono il massimo dei vantaggi a prezzi modici, per via di bundle pensati proprio per attirare anche l’utente meno esigente.

A gennaio 2024 aumentano queste tariffe telefoniche: tutti i dettagli

Siamo di fronte a quello che potrebbe rivelarsi un crocevia importante per ciò che riguarda il mercato della telefonia mobile in Italia. Pare infatti che già dal mese di gennaio 2024 ci saranno aumenti per diverse tariffe telefoniche. E ad essere interessati saranno tanto i clienti di provider come TIM e WindTre quanto alcune realtà virtuali che da tempo fanno della convenienza e del risparmio il proprio cavallo di battaglia.

Ecco perché ci saranno aumenti alle tariffe telefoniche da gennaio 2024
Previsti aumenti alle tariffe telefoniche da gennaio 2024 – Computer-idea.it

Stiamo nello specifico parlando delle promozioni indicizzate all’inflazione e basate sui dati ISTAT. Con aumenti che già si erano visti inseriti a contratto nel 2022 e che dovrebbero aumentare ulteriormente in quelli del 2023. Con conseguenze immediate già ad inizio del nuovo anno. Una vicenda che aveva già fatto parlare con WindTre e TIM e che ora potrebbe subire un ulteriore giro di novità non troppo piacevoli per i consumatori.

L’unico aspetto positivo è che si tratta di una “piaga” che varrà solo per i nuovi contratti. Chi ha già un piano attivo, può stare tranquillo. Partiamo da WindTre, che ha deciso di imporre un aumento minimo del 5%. Sebbene il tasso di inflazione sia più basso. TIM invece ha spiegato che al tasso ISTAT verrà aggiunto un arbitrario 3,5% sulle sue offerte.

Se anche voi avete cambiato tariffa nel corso dell’ultimo anno, non sapete di aver accettato le nuove condizioni contrattuali e tariffarie. Che prenderanno il via nel 2024, con aumenti costanti che probabilmente si verificheranno di anno in anno. Vodafone per ora è “salva”, ma gli aumenti per le offerte sottoscritte dal 2 agosto 2023 dovrebbero aumentare dopo 12 o 24 mesi dalla data di attivazione o rinnovo. Come spiegato nella pagina dedicata del provider.

Impostazioni privacy