Presto stampare sarà ancora più difficile: dovrai essere sempre connesso e pagare ogni mese

Una nota azienda produttrice di stampanti ha presentato i suoi piani per il futuro, ricevendo non poche critiche da parte dei suoi clienti.

Stampare i documenti è un processo relativamente semplice, che fino a qualche anno fa era visto come una delle azioni più comuni e facili da svolgere quando si utilizzava un PC. La situazione è cambiata drasticamente nell’ultimo decennio: con l’arrivo dei sistemi di archiviazione cloud, la necessità di stampare i documenti è diventata sempre minore e le stampanti sono diventati strumenti sempre più complessi.

stampare documenti è sempre più costoso
La novità non sarà accolta con molto favore da chi è abituato a stampare senza costi né vincoli – computer-idea.it

Le stampanti rimangono strumenti fondamentali in molte case e soprattutto in molti uffici, ma la crisi del settore ha fatto sì che alcuni produttori ideassero modelli di mercato decisamente meno favorevoli per gli utenti rispetto a quelli di qualche decennio fa.

Oggi, una recente mossa da parte di uno dei giganti del settore promette di cambiare il panorama della stampa domestica e professionale, introducendo un modello di servizio che renderebbe l’atto di stampare più costoso e meno user-friendly.

Una proposta decisamente poco apprezzata dagli utenti

Al centro della questione c’è il modello di mercato proposto da HP, che ha rivelato di voler introdurre un piano di abbonamento che potrebbe rivoluzionare e, secondo molti, complicare il modo in cui consumatori e piccole imprese accedono ai servizi di stampa.

hp introduce un sistema di abbonamento nelle stampanti
Il processo di stampa potrebbe diventare sempre meno conveniente in futuro – computer-idea.it

Questo servizio, presentato come una soluzione per semplificare la vita di famiglie e piccoli uffici, si basa su un modello di abbonamento mensile che affitta una stampante all’utente e ne monitora anche l’uso. Il piano avrà diverse fasce di prezzo, a partire da una quota mensile che fornisce una stampante e un numero limitato di pagine stampabili, fino a un’opzione più onerosa che include un modello di stampante avanzato e un numero maggiore di pagine.

La promessa di HP è quella di liberare gli utenti dalle preoccupazioni relative alla manutenzione ordinaria, offrendo consegne programmate di inchiostro e supporto tecnico disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Questo supporto, ha subito specificato l’azienda, esclude riparazioni o sostituzioni di parti, né copre i danni o i guasti causati dall’uso di prodotti non approvati dal fabbricante o da un utilizzo superiore a quello previsto dal piano sottoscritto.

Alla base di questo innovativo e controverso servizio c’è però una condizione che potrebbe non essere accolta favorevolmente da tutti: la necessità di mantenere la stampante costantemente connessa a Internet. Questo requisito non solo solleva preoccupazioni relative alla sicurezza e alla privacy, data la possibilità di monitoraggio remoto non solo dello stato delle cartucce d’inchiostro e del conteggio delle pagine ma anche del tipo di documenti stampati e del software utilizzato,

Impostazioni privacy