Parte il boicottaggio del nuovo Samsung Galaxy S24 ed è tutta colpa di una sua funzione: non piace a nessuno

Il caso del Galaxy S24 pone in evidenza il fatto che i consumatori esigono una maggiore trasparenza da parte delle grandi aziende tech.

Si prospettano tempi non facili per le grandi aziende tech: i consumatori, dopo anni in cui si sono dimostrati pronti ad abbracciare ogni novità, oggi sembrano diventati decisamente più attenti ai modi in cui spendono i propri soldi per modelli di smartphone sempre nuovi. Lo sa bene Samsung, che recentemente ha presentato i suoi nuovi Galaxy S24 tra lo stupore generale e attirando molta curiosità, dato le caratteristiche avanzate di cui dispone, ma anche diverse critiche.

quali sono le caratteristiche del nuovo samsung galaxy s24
Un dettaglio del nuovo Samsung Galaxy S24 non convince affatto gli utenti (Foto YouTube Samsung) – computer-idea.it

Il Samsung Galaxy S24 è stato presentato all’evento di lancio “Galaxy Unpacked” e ha subito suscitato grande entusiasmo grazie alle funzionalità all’avanguardia basate sull’Intelligenza Artificiale. Queste funzioni, su cui Samsung ha basato gran parte della sua nuova scommessa, sarebbero destinate a rivoluzionare l’esperienza utente. Tuttavia, poco dopo l’inizio dei preordini, è emerso un dettaglio, legato proprio all’IA, che ha rapidamente trasformato l’entusiasmo in delusione.

Una rivelazione sconvolgente: ascesa e caduta dell’entusiasmo nei confronti del Samsung Galaxy S24

In una nota a piè di pagina quasi inosservata, è stato rivelato che le funzionalità IA del Galaxy S24 sarebbero state gratuite solo fino alla fine del 2025 sui dispositivi supportati. Oltre a ciò, sembra che termini differenti potrebbero applicarsi per le funzionalità IA fornite da terze parti. Questa scoperta ha sollevato interrogativi sulla trasparenza dell’offerta e ha indispettito molti utenti.

il samsung galaxy s24 avrà funzioni a pagamento
Le funzioni legate all’IA sono il fiore all’occhiello del nuovo Samsung Galaxy S24 (Foto YouTube Samsung) – computer-idea.it

L’introduzione di un paywall per le funzionalità di IA, una volta scaduto il periodo gratuito, ha sollevato preoccupazioni significative. Gli utenti hanno sottolineato l’ingiustizia di dover pagare ulteriormente per un dispositivo già costoso, per mantenere funzioni che erano originariamente gratuite.

Nonostante le richieste di chiarimenti, Samsung non ha ancora fornito risposte, lasciando spazio a speculazioni e incertezze. Secondo fonti non ufficiali, le funzionalità IA esistenti rimarrebbero gratuite nei paesi con approvazione normativa, ma nuove funzionalità potrebbero diventare servizi a pagamento. Informazioni che non hanno affatto tranquillizzato i possibili acquirenti.

Il dibattito intorno a questo modello tocca temi più ampi nel settore dell’AI. Altri giganti tecnologici come OpenAI, Microsoft e Google stanno esplorando modelli di abbonamento per le loro avanzate funzionalità AI. Questo solleva interrogativi fondamentali sul futuro dell’AI nel settore mobile e sul modo in cui le aziende bilanciano innovazione e monetizzazione.

Impostazioni privacy