Notebook, Chromebook o Ultrabook: quale scegliere? La guida per il portatile perfetto per ogni esigenza

In commercio oggi esistono diverse tipologie di portatile, i più gettonati sono Notebook, Chromebook o Ultrabook con notevoli differenze.

Talvolta ci si lascia trasportare dal brand, oppure dal costo, ma in realtà è fondamentale comprendere quali sono le caratteristiche e le differenze tra queste tipologie per fare una scelta sensata e adeguata in vista dell’uso che ne faremo.

Notebook, Chromebook o Ultrabook
Notebook, Chromebook o Ultrabook, quali sono le differenze (computer-idea.it)

C’è chi ha bisogno di un portatile per lavoro, per studiare un po’ oppure per guardare video e scrivere. Ognuna di queste funzioni richiede una base differente e non ha senso spendere un capitale per un prodotto che poi non viene utilizzato adeguatamente.

Notebook, Chromebook o Ultrabook: scegliere il portatile giusto

L’Ultrabook è un termine coniato da Intel e serve a identificare una tipologia di prodotto ultraleggero e di lunga autonomia. Si differenzia perché molto veloce ma sicuramente oggi quando si parla di un prodotto di questo tipo di fatto si fa propriamente riferimento alla sua estetica. Questo è il pc perfetto per chi ha bisogno oggettivamente di un sistema portatile da usare ovunque con disinvoltura.

portatile perfetto esigenza
Come scegliere il portatile giusto (computer-idea.it)

Possiamo dire che incarna al meglio le qualità che dovrebbe avere un portatile: autonomia, leggerezza, dimensioni slim. L’obiettivo è renderlo al massimo usabile e questo vuol dire anche che il design si differenzia dagli altri e che, tendenzialmente, lo rende anche più costoso.

Perché ha senso? Sicuramente per coloro che si trovano a viaggiare o spostarsi di continuo con i mezzi e quindi possono beneficiare di questo computer. Non ha senso per chi invece compra un computer portatile ma lo utilizza come sistema fisso. Spendere di più, a parità di condizioni, per un profilo soprattutto estetico non avrebbe alcun beneficio.

I Notebook sono invece quelli classici, cioè i portatili. Quindi è chiaro che in commercio ne esistono di ogni tipo e ogni costo. L’estetica è molto variabile, si va da quelli molto pesanti e quindi più economici a quelli super moderni con tanto di touch screen, impronta digitale per l’accesso, possibilità di usare la penna e quindi anche di far funzionare il sistema come un tablet.

Questi però sono tutti benefici che valgono come plus, cose che poi nella vita quotidiana raramente si utilizzano o sono indispensabili. Quindi bisogna focalizzarsi sulle caratteristiche come spazio di archiviazione, RAM, dimensioni dello schermo. Questi sono valori importanti, si può comprare un ottimo prodotto entro i 600 euro.

Infine ci sono i Chromebook che sono piccoli, leggeri e comodi, hanno prezzi convenienti solitamente sui 250 euro ma anche delle limitazioni quindi attenzione. Non sono idonei come pc singoli quindi se non si ha un altro computer in casa, non è una buona idea. Questo perché di fatto non hanno Windows ma funzionano come se fossero una sorta di telefono, alcune cose non si possono installare, ci sono programmi di tipo diverso e sono indicati per chi vuole un sistema semplice da usare, collegato al proprio smartphone per funzionalità base.

Impostazioni privacy