NASpI e DIS-COLL, da marzo cambia la modalità di presentazione della domanda: avviso INPS

Arriva l’avviso INPS che conferma il cambio di metodo di domanda per NASpI e DIS-COLL. Ecco come funzionerà ora e cosa bisogna sapere.

Arriva la conferma ufficiale dell’INPS: dal primo marzo 2024 l’unico modo per presentare domanda per NASpI e DIS-COLL sarà online. Questo si applica a cittadini, contact center e patronati. La nuova procedura fa parte del progetto di reingegnerizzazione delle due misure di indennità, come comunicato dall’istituto il 27 dicembre 2023, in quello che l’INPS ha definito come una nuova piattaforma dalla denominazione di ID 3.0.

Novità per NASpI e DIS-COLL
Tutte le novità in merito a NASpI e DIS-COLL per l’INPS – foto ANSA – Computer-idea.it

Questa procedura è stata messa in cantiere il 27 giugno 2023 e sarà ufficialmente messa in atto con l’arrivo del primo marzo. Questo cambiamento era inizialmente previsto per i cittadini e contact center, ed è poi stato esteso agli istituto di patronato il 30 ottobre 2023.

Il progetto entrerà in azione con l’inizio del prossimo mese, quindi è bene sapere come accederci. Il processo è leggermente diverso tra cittadini e istituti di patronato, ma la circolare dell’INPS spiega nel dettaglio la procedura per entrambi. Ecco il processo da seguire per fare richiesta da marzo in poi per le due misure d’indennità.

NASpI e DIS-COLL, la modalità per fare domanda da marzo: tutte le istruzioni

Per i cittadini bisognerà accedere al sito web dell’INPS utilizzando un’identità digitale. Questo può essere uno SPID di livello 2, il CNS o CIE 3.0. Una volta fatto questo bisognerà accedere alla sezione Sostegni, Sussidi e Indennità, per poi andare nella sottosezione Per Disoccupati. Da qui bisognerà scegliere l’indennità appropriata.

Come fare domanda da marzo per NASpI e DIS-COLL
Servirà un’identità digitale per fare domanda per NASpI e DIS-COLL da marzo – fonte: Facebook @agid.spid – Computer-Idea.it

Per la NASpI bisogna selezionare NASpI: indennità mensile di disoccupazione, poi Utilizza il servizio, NASpI-Domanda e di nuovo Utilizza il servizio. Per DIS-COLL il processo è simile, ma bisognerà invece selezionare l’opzione DIS-COLL: indennità mensile di disoccupazione. Da lì basterà selezionare le opzioni equivalenti a quelle necessarie per la NASpI.

Il processo non è molto diverso per gli istituti di patronato. Anche questi dovranno fare accesso al sito dell’INPS con gli stessi metodi (SPID di livello 2, CNS o CIE 3.0). All’interno dovranno selezionare la sezione Servizi e poi Supporto al reddito, Disoccupazione e infine Lavoratori subordinati.

Da qui saranno disponibili due opzioni: NASpI e DIS-COLL. Basterà scegliere quella appropriata e procedere come necessario. In entrambi i casi, quindi, sarà necessario avere accesso a un’identità digitale per poter richiedere (o fornire) le misure di indennità a partire da marzo.

Impostazioni privacy