Meta è stufa, più limiti su Instagram e Facebook: gli utenti danneggiati

Meta adesso è davvero stufa ed è pronta ad imporre dei limiti su Instagram e Facebook. Saranno diversi gli utenti danneggiati: le novità.

Negli ultimi dieci anni i social network sono entrati a far parte della nostra vita quotidiana. Ad oggi ci sembra quasi impensabile trascorrere una giornata senza controllare il nostro feed. Che sia Instagram o Facebook, i social sono alimentati dalla curiosità umana, pronta a scoprire che cosa succede ad un altro utente o ad essere sempre aggiornati sugli ultimi avvenimenti mondiali.

Instagram Facebook limiti utenti danneggiati
Meta impone nuovi limiti agli utenti – Computer-Idea.it

A capo di quasi tutti i social network troviamo ovviamente Meta, pronta a gestire milioni di account, contrastata dal solo ByteDance con il suo TikTok e da X di Musk. Di recente il gruppo di Zuckerberg ha voluto lanciare un nuovo portale per tutti gli amanti di questo mondo, che prende il nome di Threads. Il nuovo social ha riscosso un successo immediato tra gli utenti più piccolini ed in una settimana ha raggiunto i 100 milioni di utenti.

Non ci sono grandi novità per le persone, visto che si tratta di un Twitter in salsa Meta, in cui l’utenza potrà trasferire i followers direttamente da Instagram. Adesso però l’azienda leader di gran parte dei social nel mondo ha deciso di mettere un limite per alcuni utenti.

Meta dice stop, aumentano i limiti su Instagram e Facebook: gli utenti coinvolti

Meta ha annunciato l’implementazione di nuovi controlli mirati a proteggere gli adolescenti online. L’iniziativa vuole garantire una maggiore sicurezza e tutela della fascia d’utenza più giovane su entrambe le piattaforme. I due social sono pronti quindi ad introdurre dei limiti più rigidi sui contenuti a cui possono accedere gli adolescenti.

Instagram Facebook limiti utenti danneggiati
Chi saranno gli utenti danneggiati dalle nuove regole – Computer-Idea.it

Il colosso ha quindi sottolineato come per i profili degli adolescenti saranno adottate misure più restrittive in merito ai contenuti. Sarà poi la società stessa a guidare gli iscritti attraverso nuove notifiche, andando a fornire informazioni dettagliate sulle misure di privacy ed offrendo dei menu intuitivi per aggiornare facilmente le impostazioni.

L’azienda ha rinnovato il suo impegno costante nella consultazione di esperti di sviluppo, psicologia e salute mentale degli adolescenti. La collaborazione permetterà alle piattaforme di essere più appropriate. I nuovi controlli includono anche miglioramenti nei meccanismi di raccomandazione dei contenuti, noti come “Controllo dei contenuti sensibili” su Instagram e “Riduci” su Facebook.

Queste funzionalità rendono più difficile per gli utenti, in particolare gli adolescenti, imbattersi in contenuti o account potenzialmente sensibili nelle sezioni Cerca ed Esplora. Un aspetto chiave di questi aggiornamenti riguarda la gestione delle ricerche legate a temi delicati come il suicidio, l’autolesionismo e i disturbi alimentari. In questa maniere quindi Meta intende proteggere la sua platea più giovane.

Impostazioni privacy