iPhone, con il prossimo aggiornamento nessun ladro potrà rubarlo: utenti più sereni

Il prossimo aggiornamento di iOS renderà l’iPhone a prova di ladro. Con questa funzionalità nessuno potrà rubarlo, utenti più sereni.

Apple sta lavorando giorno e notte ai prossimi aggiornamenti di iOS. Il sistema operativo per smartphone è arrivato alla versione 17 lo scorso autunno, con diverse migliorie introdotte sia a livello di interfaccia che di funzionalità interne. Ma come spesso succede, prima dell’avvento di iOS 18 ci saranno tantissimi update periodici per risolvere bug ed introdurre strumenti extra.

Cosa contiene il nuovo aggiornamento di Apple per gli iPhone
Il nuovo aggiornamento di Apple rende l’iPhone a prova di ladro – Computer-idea.it

Ed è proprio quanto succederà nelle prossime settimane. Secondo quanto raccolto da alcuni esperti, infatti, la versione 17.3 di iOS avrà – tra le altre cose – una feature aggiuntiva che sarà a prova di ladro. Una volta averla attivata, gli utenti non dovranno più temere nulla qualora malintenzionati dovessero riuscire a metter mano sul vostro melafonino. Ecco di cosa si tratta, al momento l’update è in fase di Beta 3.

Aggiornamento di iPhone: con questo strumento nessuno potrà rubarlo

Manca sempre meno per il rollout globale e in pianta stabile di iOS 17.3. L’ultima versione del sistema operativo per iPhone di Apple è arrivato in queste ore alla Beta 3. E se le tempistiche dovessero venire rispettate, già a febbraio ci sarà il rilascio definitivo. Che sta attirando l’interesse dei consumatori per una funzionalità in particolare.

Come funziona il nuovo strumento anti ladro di iPhone
La versione iOS 17.3 ha una funzione anti ladro per gli iPhone – Computer-idea.it

Ossia la “Stolen Device Protection” che, come si evince dal nome, è pensata per proteggere i possessori degli smartphone Apple in caso di furto. Una volta attivata, si avrà modo di limitare l’accesso alle informazioni private da parte dei ladri che hanno messo in atto il furto. Così che si potrà godere di un livello di sicurezza aggiuntivo per alcune operazioni sensibili in particolare.

Come per esempio l’accesso alle password personali del Portachiavi di iCloud e la disattivazione della Modalità Smarrito. E per non farsi mancare nulla, sarà limitata anche la possibilità di effettuare acquisti tramite Safari. Per tutte queste funzionalità, verrà richiesto il Face ID o il Touch ID. Mentre il solo Passcode non sarà più sufficiente.

Come spiegato da Apple, poi, ci sono alcune funzioni di verifica avanzate che potranno essere attivate solo un’ora dopo lo sblocco. Così che gli utenti potranno avere il tempo necessario per accorgersi del furto e dunque far partire la Stolen Device Protection. Si parla per esempio della modifica della password dell’ID Apple e del Passcode. Tutto questo è già disponibile nelle Impostazioni dell’iPhone per gli sviluppatori che hanno la beta 3 di iOS 17.3, e nelle prossime settimane verrà allargato a tutti.

Impostazioni privacy