Google Maps interamente riprogettato: tutti i cambiamenti spiegati

Da Mountain View rifanno il trucco a Google Maps: un vero e proprio restyling, quanti cambiamenti, si fa fatica a riconoscerla.

È diventata maggiorenne da un po’, l’anno prossimo taglierà il prestigioso traguardo dei 20 anni di vita. Onorevole vita. Tanto è passato da quell’8 febbraio 2005, quando da Mountain View decisero semplicemente di cambiare la storia, riscrivendola.

Google Maps interamente riprogettato
Google Maps, 19 anni e non sentirli – computer-idea.it

Questo ha fatto Google Maps nei suoi primi (quasi) venti anni: guardandosi indietro quasi ci si dimentica che il suo concept era quello di consentire la ricerca e la visualizzazione di carte geografiche di tutto il mondo.

Pian piano è diventata accessibile da sito web, o da app mobile, ma ha perso col passare degli anni la sua primordiale funzione di mostrare solo ed esclusivamente quelle iconiche mappe ottenute con una variante della proiezione di Mercatore, ora Google Maps è l’inseparabile assistente di viaggio, che ti fa scegliere il miglior percorso, evitare il traffico, aiutarti a fare rifornimento. E molto altro.

La riprogettazione di Google Maps passa per nuovi pulsanti, posizioni differenti e le indicazioni stradali

Google Maps è stata migliorata di anno in anno, tanti cambiamenti in positivo, quasi non si riconosce se non fosse per la sua interfaccia, sostanzialmente invariata negli ultimi anni. È arrivato il momento di rifarle il trucco. Un vero e proprio restyling.

Google Maps, tutti i cambiamenti
Restyling Google Maps, quasi non si riconoscerà – computer-idea.it

Google ha scelto la via della riprogettazione significativa su tutte le zone chiave, anche durante la ricerca di indicazioni stradali. Il nuovo design presenta pulsanti di chiusura e condivisione nell’angolo in alto a destra. Un altro cambiamento riguarda il modo: le posizioni non sono più a schermo intero ma rivelano una parte dello sfondo della mappa in alto.

Un approccio diverso per preservare il suo contesto. Ma la più grande novità è altrove. Google ha deciso quasi di stravolgere la migliore app per i viaggiatori con una rinnovata esperienza di ricerca delle indicazioni stradali. La rinnovata interfaccia non va più da un bordo all’altro nella sua parte superiore, ma viene usata per l’inserimento degli indirizzi, rendendo la visualizzazione più specifica e meno ingombrante.

Il carosello dei diversi metodi di trasporto è stato spostato in fondo, con la conseguenza a vista di un notevole miglioramento della raggiungibilità sui dispositivi mobili. Con lo scorrimento verso l’alto, Google Maps perde l’esperienza di un’interfaccia utente a schermo intero: a beneficiarne è la visualizzazione di una mappa con più metodi di navigazione, compreso per il trasporto pubblico.

Impostazioni privacy