Google Drive si aggiorna e migliora un aspetto fondamentale: cosa c’è di nuovo

Scatto in avanti di Google per il suo Drive: è stato aggiornato un aspetto fondamentale della sua offerta. Ecco le novità.

Che svolta! È il primo pensiero stupendo pensando a Google Drive. Con la mole infinita di documenti, foto, video e chi più ne ha, più ne metta, lo spazio di archiviazione non è mai abbastanza. Così, l’utilizzo di un cloud come Google Drive regala gioie pazzesche con i suoi numerosi vantaggi: in primis una condivisione più semplice dei file e la possibilità di disporre di una posizione remota per il backup dei file.

Google Drive, migliorato un aspetto fondamentale
Google Drive, come si cambia – foto fonte: google.com – computer-idea.it

Ovviamente non c’è soltanto Google Drive, anche se rispetto a concorrenti come DropBox e il servizio iCloud di Apple, la popolarità di Google Drive si basa su utili strumenti di collaborazione e integrazioni con la suite di prodotti e servizi del colosso di Mountain View.

Con Google Drive un utente ha la possibilità di caricare e salvare una vasta gamma di tipi di file: dai documenti alle foto passando per audio e video, sui server di Google o sul “cloud”. Drive rappresenta la soluzione di backup, un modo per liberare spazio sul tuo dispositivo. Una svolta, appunto, ora aggiornato e migliorato su molti aspetti. Uno in particolare.

Aggiornamento Google Drive: si parte così da iOS, ma arriverà anche per gli utenti Android

Google ha deciso di implementare un approccio semplificato ai filtri di ricerca. L’aggiornamento è disponibile per i clienti di Google Workspace e i singoli abbonati, nonché per chiunque abbia un account Google personale su iOS. La funzionalità non è stata ancora implementata per gli utenti Android, ma da Mountain View assicurano che sia soltanto una questione di tempo.

Google Drive si aggiorna
Google Drive, con l’update c’è un netto miglioramento – computer-idea.it

Con questa implementazione Google migliora un aspetto molto importante del suo Drive, in quanto l’update del filtro rende molto più semplice ed efficace cercare e sfogliare i file quando non sai dove si trovano. Ad esempio, se sai che stai cercando un video archiviato in Drive ma non hai idea di come si chiami, puoi semplicemente toccare il tipo di file Video, quindi scegliere “intervallo personalizzato” sotto l’ultima modifica, cercando l’arco di tempo che ti interessa, risparmiando parecchio tempo.

Un netto miglioramento, insomma, rispetto all’approccio precedente di Google, che prevedeva suggerimenti di filtri e filtri scorrevoli: ora, con i filtri che vengono mostrati in tre menu a tendina nella parte alta dello schermo, sotto il campo di ricerca, l’esperienza su Drive è di livello superiore. La funzionalità è già in distribuzione sul sistema operativo di Apple e presto verrà aggiunta anche su Android.

Impostazioni privacy