Google Chrome, attenzione a questo messaggio: sembra un aggiornamento, ma è una truffa che ti porta via tutto

Attenzione a questo messaggio su Google Chrome. Segnala un aggiornamento ma è una truffa pericolosissima: come difendersi.

Le varie e significative evoluzioni tecnologiche hanno inevitabilmente cambiato anche le minacce informatiche, che sono diventate più complesse da decifrare e per questo il numero di utenti che cadono nelle truffe si fa sempre più alto.

google chrome e l'aggiornamento truffa
Attenzione al messaggio Google Chrome: non è un aggiornamento – (Computer-Idea.it)

Gli utenti che ogni giorno navigano in rete devono tenere in considerazione questa minaccia continua, così da proteggere in maniera attenta le proprie informazioni e i risparmi presenti sul conto bancario. L’attenzione non deve mai calare come dimostra la recente truffa che si maschera da presunto aggiornamento di Google Chrome.

La nuova truffa è stata trovata dalla società olandese ThreatFabric, impegnata nel settore della cyber security. Gli esperti della società hanno rilevato la presenza di Brokewell, un nuovo malware che ha la capacità di inserirsi nelle applicazioni per l’Home Banking superando in maniera semplice le protezioni di Android. Il rischio è molto elevato perché pare che il malware possa prendere il controllo dei dispositivi infettati.

Falso aggiornamento Google Chrome, è una truffa: cosa sapere di Brokewell e come difendersi

Brokewell rappresenta in maniera perfetta l’evoluzione delle minacce informatiche che, ormai in maniera sempre più semplice, riescono ad oltrepassare le barriere di sicurezza degli smartphone. In questo caso, il malware lavora tramite un tipo di attacco denominato overlay, capace di sovrapporre una schermata falsa a quella delle varie app di Home Banking, sottraendo così i codici di accesso del conto corrente.

truffa Brookewell malware ruba denaro
Cosa sapere del malware Brokewell e come difendersi – (Computer-Idea.it)

In questo modo quando le persone tentano di accedere al proprio conto, il programma malevolo salva tutte le informazioni andandole ad inviare ai malintenzionati, che a quel punto possono agire indisturbati verso il conto della vittima.

L’aspetto particolare di Brokewell è la sua capacità di registrare qualsiasi tipo di accesso, riuscendo a tener traccia di tutte le attività del dispositivo infettato. Inoltre, se un device viene colpito da un virus non c’è modo di poter mettere in sicurezza le altre app e la vita privata degli utenti. Messaggi e credenziali finiranno nelle mani dei cybercriminali.

Questo virus si installa scaricando un aggiornamento di Google Chrome non ufficiale, segnalato all’utente nel mentre della sua navigazione attraverso i classici banner che cercano di generare preoccupazione con messaggi allarmanti.

Per difendersi dalla pericolosa truffa bisogna ricordarsi sempre che in nessun caso Google o Android propongono aggiornamenti al di fuori delle piattaforme ufficiali, in questo caso del Play Store. L’azienda di Mountain View consiglia di installare app e aggiornamenti solo dallo store ufficiale, evitando di fare affidamento su file poco sicuri e affidabili.

Impostazioni privacy