Fallimento Samsung, il risveglio è un trauma: ora si teme il peggio

Fallimento in casa Samsung, il risveglio è stato un trauma. Ecco cosa succederà ora, si teme il peggio per l’azienda.

Samsung rappresenta da anni una delle aziende di riferimento per l’intero settore tech. Il colosso sudcoreano ha saputo guadagnarsi una nomea sempre più importante grazie ai tanti prodotti che sono stati lanciati nel corso del tempo. Basti pensare agli smartphone della serie Galaxy, alle smart TV di ultima generazione, agli accessori come gli auricolari e via dicendo. Ce n’è veramente per tutti i gusti, con un livello di accuratezza che difficilmente si può trovare altrove.

Samsung verso il fallimento, un progetto in frantumi
Fallimento in casa Samsung, ecco cos’è successo – Computer-idea.it

Al tempo stesso però, non mancano i problemi e le controversie anche per un’azienda importante di questo tipo. Tra le altre cose, si è parlato in queste ore di un fallimento assoluto per Samsung. Con il risveglio che si è rivelato essere un vero e proprio trauma. Ecco che cosa è successo, ora si teme il peggio e sembra non ci sia nulla da fare. I fan del marchio asiatico sono rimasti senza parole, potrebbero cambiare per sempre le carte in tavola.

Fallimento in casa Samsung, ecco cos’è successo

Una notizia che sicuramente non farà felice nessuno in casa Samsung, e che è arrivata nei giorni scorsi in seguito ad alcuni report che non lasciano spazio ad equivoci. La situazione si sta facendo sempre più complicata per l’azienda sudcoreana, tanto che c’è già chi teme il peggio e parla di un fallimento assoluto.

Cosa è emerso dai test sulle ultime memorie di Samsung, è un fallimento
I test delle ultime memorie Samsung si sono rivelate un flop – Computer-idea.it

Ad essere interessata è nello specifico la sua memoria HBM3E, che pare abbia avuto non poche difficoltà durante le fasi di verifica con i test dedicati. Gli standard imposti da NVIDIA e SK Hynix non sono stati soddisfatti, e questo è un grosso ostacolo per Samsung.

Stando a quanto si legge sulla rivista coreana AlphaBiz, infatti, l’insuccesso dell’azienda potrebbe portare ad una perdita di tempo importante per la divisone memoria di Samsung. Che dopo un periodo di stato, negli ultimi due trimestri aveva registrato una ripresa. Per il momento, l’azienda asiatica ha confermato il suo impegno nel voler fornire prodotti efficienti a NVIDIA e agli altri suoi partner.

E lo conferma la collaborazione con ADM. È chiaro però che qualcosa dovrà essere fatto, anche perché la concorrenza rappresentata da TSMC e SK Hynix si fa sempre più folta. Tanto che di recente è stata formata un’alleanza chiamata “One Team” che vuole collaborare per limitare l’influenza che ha Samsung sul mercato.

Impostazioni privacy