Dati registrati online a nostra insaputa: come scoprire ciò che sanno di noi

In un mondo in cui la privacy online è sempre più minacciata, avere il controllo sui propri dati è essenziale.

Viviamo in un’era digitale in cui ogni nostra azione online lascia una traccia. Che si tratti di navigare su un sito web, condividere foto sui social media o inviare email, i nostri dati personali vengono costantemente raccolti e archiviati. Questa raccolta di informazioni avviene spesso senza che ne siamo pienamente consapevoli, creando un archivio dettagliato delle nostre abitudini, preferenze e attività quotidiane.

Nonostante la consapevolezza crescente riguardo alla privacy online, molte persone non sanno esattamente quali dati vengono raccolti né come accedere a queste informazioni. Fortunatamente, diversi strumenti messi a disposizione da Google possono aiutarci a fare luce su ciò che viene registrato. Scoprire cosa sanno di noi le grandi aziende tecnologiche può essere un passo fondamentale per proteggere la nostra privacy.

Il servizio di cui stiamo parlando è Google Takeout, uno strumento che permette di consultare e scaricare una copia dei propri dati archiviati su vari servizi di Google. Oltre a questo, Takeout consente agli utenti anche di trasferire facilmente i propri dati su un altro dispositivo o servizio e quindi aiutare a liberare spazio su Google Drive, archiviando documenti e foto meno recenti su supporti fisici o altri servizi cloud.

Come scoprire i dati registrati su di noi

Per iniziare, vai su takeout.google.com e accedi al tuo account Google. Una volta effettuato l’accesso, vedrai un elenco di tipi di dati che possono essere inclusi nel tuo archivio. Per impostazione predefinita, Google seleziona tutti i dati disponibili, quindi è consigliabile deselezionare tutto e scegliere solo le informazioni che desideri scaricare.

Un esempio del possibile utilizzo di Takeout è il download degli album fotografici da Google Foto. Dopo aver deselezionato tutto, scorri verso il basso e seleziona la casella di controllo Google Foto. Poi, clicca su “Includi tutti gli album fotografici” per selezionare solo gli album specifici che ti interessano.

controllare i dati conservati su internet
Google Takeout è uno strumento utile per scaricare e gestire i propri dati archiviati da Google – computer-idea.it

Una volta effettuata la selezione, clicca su “OK” e poi su “Passaggio successivo”. In questa fase, potrai scegliere il formato del file, la frequenza e la destinazione dell’archivio. Il formato predefinito è .zip, che può essere facilmente aperto sulla maggior parte dei computer.

Una volta che l’archivio è pronto, riceverai un’email con un link per scaricarlo. Questo processo può richiedere da alcuni minuti a diversi giorni, a seconda della quantità di dati. È importante ricordare che hai sette giorni di tempo per scaricare l’archivio prima che venga eliminato da Google.

Google Takeout permette anche di visualizzare una cronologia degli archivi creati negli ultimi 30 giorni, offrendoti un modo comodo per tenere traccia delle tue esportazioni di dati. Questo strumento, quindi, aiuta gli utenti a prendere il controllo delle informazioni e al tempo stesso fornisce una panoramica dettagliata di ciò che viene registrato su di noi.

Impostazioni privacy