Come usare la domotica per risparmiare centinaia di euro sulle bollette: fallo e mi ringrazierai

La domotica non serve solo a semplificare la vita, ma può essere anche utile a risparmiare un sacco di soldi sulle bollette.

Molte persone pensano, erroneamente, che aggiungere più dispositivi connessi alla rete possa sembrare un ulteriore onere sulle bollette elettriche, ma in realtà è vero esattamente il contrario. La domotica infatti non è solo un modo di rendere la tua casa “intelligente”, ma se ben configurata può essere una fonte di grande guadagno e risparmio.

Come risparmiare sulle bollette con la domotica
La domotica semplifica la vita ma fa spendere anche meno – Computer-idea.it

Una delle automazioni più semplici e conosciute, che permette di combinare praticità e risparmio, è quella relativa all’illuminazione intelligente. Questi apparecchi vengono posizionati nelle stanze, ad esempio vicino alla porta d’ingresso, e accendono automaticamente la porta quando qualcuno entra e si muove. Ma il bello è che se dopo tre minuti non viene rilevato alcun movimento, la luce si spegne automaticamente.

In questo modo, non serve più premere l’interruttore della luce quando qualcuno arriva o se ne va perché il tutto avviene in maniera automatica. Certo, attivare un sensore di movimento solamente rispetto magari a una casa di 4 stanze non conviene, ma se questo sistema viene applicato a tutte le stanze dell’abitazione e tutte le lampadine intelligenti vengono collegate a un sensore di movimento, allora il risparmio è assicurato.

Risparmiare in bolletta con la domotica

Visti i tempi che corrono, e le temperature estive che si alzano sempre di più, avere un climatizzatore in casa è quantomai necessario. Certo questi apparecchi consumano veramente tanto, ma anche in questo caso la domotica ci può venire in aiuto.

La domotica per risparmiare sui costi della climatizzazione
Anche il condizionatore d’aria può essere controllato con la domotica – Computer-idea.it

Al giorno d’oggi infatti esistono dei termostati intelligenti capaci di rilevare la presenza di una persona in una stanza e quindi non solo rilevano se c’è qualcuno e se serve raffreddamento, ma possono funzionare anche da timer per accendere e spegnere il climatizzatore a seconda della necessità. Alcuni termostati sono poi in grado anche di rilevare il grado di umidità presente nella stanza e quindi cambiare automaticamente la modalità di raffreddamento.

E poi si possono utilizzare le prese intelligenti per programmare i consumi energetici come la lavastoviglie e l’asciugatrice. Lo stesso vale per le sessioni di download estese sul PC o sulle console da gioco. Insomma, grazie ai ritrovati moderni in fatto di domotica tutto può essere controllato e soprattutto i consumi energetici casalinghi possono essere messi a regime per far sì che a fine mese le bollette non diventino dei veri e propri salassi.

Impostazioni privacy