Col prossimo iPhone 16 avrete sempre il dito sul tasto Capture: funzioni segrete e dove si trova

In arrivo un altro Melafonino storico: funzioni segrete e tanto altro con il prossimo tasto Capture. Apple prepara la grande sorpresa.

Di dice sempre che lo smartphone che verrà, sarà migliore. È diventata consuetudini in questo mondo un po’ tech un po’ smart: bisogna inventarsi qualcosa (a piccole dosi, di anno in anno) di diverso vista l’ormai infinita domanda. Lo impone soprattutto la competizione: nel caso di Apple, Samsung e Xiaomi stanno correndo.

iPhone 16 e il tasto Capture
La super fotocamera dell’iPhone 15 Pro Max: il top di Apple – foto fonte apple.com – computer-idea.it

Apple va sempre col suo passo, convinta del proprio stile ma anche pronta a cambiare. Così, se l’iPhone 15 verrà ricordato come il primo Melafonino con connettore USB-C al posto di quello lightning, i prossimi iPhone 16 potrebbero diventare unici per il Capture Button. Un tasto che su cui da Cupertino ci stanno lavorando praticamente da un anno.

Al netto di un AI sempre più in hype, come ha dimostrato Samsung con i suoi Galaxy S24 già pre-ordinabili, il Capture button potrebbe essere un’altra grande novità di Apple in vista di settembre prossimo. Un tasto che faceva parte del cosiddetto progetto Bongo, annullato sì da Apple, ma più propriamente rivoluzionato.

iPhone 16 e il Capture Button: uno dei punti di forza dei prossimi Melafonini. Non l’unico

Sono ormai tutti convinti che Apple introdurrà il Capture Button nei prossimi iPhone 16, un pulsante aggiuntivo noto internamente come “Pulsante di acquisizione, con il nome in codice “Project Nova”. Secondo molte indiscrezioni il tasto sarà uno dei punti di forza dell’intera gamma ‌iPhone 16‌ ammesso e non concesso che superi i test iniziali. Tempo ce n’è fino a settembre, ma neanche poi troppo, per questo si pensa che lo sviluppo sia in una fase avanzata.

iPhone 16, funzioni segrete
Apple, l’iPhone 14 e l’iPhone 15 – foto fonte apple.com – computer-idea.it

Secondo il concept di Apple il Capture Button verrà posizionato sullo stesso lato del pulsante di accensione, leggermente più in basso, più o meno dove c’è il ritaglio Wave (che verrà spostato sul lato opposto), almeno sui modelli di iPhone più recenti. Un pulsante capacitivo anziché meccanico standard, almeno sono queste le intenzioni di Apple: in soldoni un tasto che rappresenta un’opzione, nel senso che finché nessuno lo tocca (a differenza dei tasti meccanici) non cambierà nulla. Spingendolo?

Il pulsante Capture rileverà la pressione e il tocco, fornendo un feedback tattile attraverso l’uso di motori ad hoc. Potrebbe essere l’evoluzione, con le dovute differenze del tasto Home dell’iPhone SE, tanto per intenderci. Molto più, dunque, del progetto Bongo (accantonato) da Apple, ridotto a pulsanti capacitivi di accensione e volume, ma non al mix. AI e Capture Button: anche Apple sta correndo. Sul tandem!

Impostazioni privacy