Android, nuova funzione che protegge dai furti: gli utenti l’aspettavano da anni

Questa serie di nuove funzionalità rappresenta un passo avanti significativo nella protezione dei dispositivi Android.

Negli ultimi anni, il furto di smartphone è diventato un problema sempre più rilevante. I dispositivi mobili non sono più solo strumenti di comunicazione, ma contengono una quantità impressionante di dati personali e sensibili. Le aziende tecnologiche hanno quindi cercato di sviluppare soluzioni sempre più sofisticate per proteggere gli utenti da queste minacce, ma il problema persiste.

funzione android che protegge dai furti
Google ha introdotto Theft Detection Lock, una nuova funzione di sicurezza per Android (Foto D&D Powerweb Srl) – computer-idea.it

Gli utenti Android, in particolare, hanno espresso la necessità di misure di sicurezza più efficaci e immediate. Nonostante i vari aggiornamenti e funzionalità introdotti nel tempo, la protezione contro i furti rimane una delle preoccupazioni principali. La buona notizia è che Google ha finalmente risposto a queste richieste con una nuova funzionalità, che promette finalmente di fare la differenza.

Google migliora la sicurezza del suo sistema operativo: Android è ora a prova di ladro

Google ha recentemente annunciato durante la conferenza Google I/O 2024 una nuova funzionalità chiamata Theft Detection Lock. Questa tecnologia avanzata è progettata specificamente per bloccare automaticamente il dispositivo in caso di furto, proteggendo così i dati sensibili dell’utente. La funzione è alimentata dall’intelligenza artificiale e viene attivata rilevando movimenti sospetti tipici di un furto.

google aumenta la sicurezza di android
La funzione utilizza l’intelligenza artificiale per rilevare movimenti sospetti e proteggere i dati sensibili degli utenti (Foto Canva) – computer-idea.it

Secondo Google, “Se viene rilevato un movimento comunemente associato al furto, lo schermo del telefono si blocca immediatamente, impedendo ai ladri di accedere facilmente ai tuoi dati“. Questo significa che se il dispositivo inizia improvvisamente a muoversi velocemente in una direzione opposta, la funzione si attiverà e bloccherà immediatamente il telefono, rendendolo inutilizzabile per il ladro.

Oltre alla funzione Theft Detection Lock, Google sta introducendo anche il Blocco del Dispositivo Offline. Questa caratteristica è progettata per proteggere il dispositivo nel caso venga intenzionalmente disconnesso dalla rete. Se il ladro tenta di disconnettere il dispositivo per evitare il tracciamento o altre misure di sicurezza, la funzione di Blocco del Dispositivo Offline si attiverà, garantendo che il dispositivo rimanga protetto.

Inoltre, Google ha lavorato per rendere più difficile per i ladri ripristinare il dispositivo alle impostazioni di fabbrica. Con il nuovo aggiornamento, se un ladro tenta di forzare il ripristino del dispositivo rubato, non sarà in grado di configurarlo nuovamente senza conoscere le credenziali dell’account Google dell’utente. Questo aggiornamento riduce significativamente le possibilità di utilizzo di un dispositivo rubato.

Per migliorare ulteriormente la sicurezza, Google ha implementato anche l’autenticazione biometrica per la modifica delle informazioni sensibili quando il dispositivo è connesso da una posizione non sicura. Questo significa che anche se un ladro riesce ad accedere al dispositivo, non sarà in grado di modificare le informazioni più importanti senza passare attraverso un ulteriore livello di sicurezza.

Impostazioni privacy