Android, lanciato l’allarme per queste 2 app: rischio furto di dati

La situazione attuale obbliga gli utenti a prestare un’attenzione costante e a reagire prontamente agli avvisi di sicurezza.

Android è da anni uno dei sistemi operativi più utilizzati al mondo, ma questa grande popolarità lo rende anche uno dei più esposti a rischi di sicurezza. Con l’incremento delle app disponibili su Google Play Store, cresce parallelamente la preoccupazione per la sicurezza dei dati personali degli utenti.

Nuovo allarme per smartphone Android
Nuova criticità scoperta per gli smartphone Android: la situazione – Computer-idea.it

Google attua una serie di controlli preventivi molto attenti prima di permettere agli sviluppatori di caricare le loro app sul portale, ma questo non impedisce ad alcune minacce digitali di passare inosservate. Microsoft, con il suo team di intelligence sulle minacce, ha recentemente identificato nuove vulnerabilità che riguardano milioni di utenti Android.

Nonostante le grandi aziende siano impegnate in una continua lotta contro gli attacchi informatici, episodi come questo dimostrano che per gli utenti è altrettanto importante rimanere aggiornati sulle ultime criticità rilevate da sviluppatori e analisti di sicurezza.

Allarme di Microsoft: due popolari app sono state compromesse

Recentemente, Microsoft ha lanciato un allarme specifico riguardante due applicazioni popolari disponibili su Google Play Store, che sono state scaricate da miliardi di utenti. Queste app, che non sono state identificate con il nome nel comunicato di Microsoft, condividono una specifica vulnerabilità di sicurezza soprannominata “dirty stream”. Questa debolezza nei sistemi di sicurezza permette agli attori malevoli di sfruttare il modo in cui le app comunicano tra loro, manipolando i dati scambiati.

malware su app per smartphone android
Gli hacker possono ottenere controllo completo sulle app vulnerabili e rubare dati sensibili degli utenti – computer-idea.it

La falla “dirty stream” può essere sfruttata per inviare dati malevoli camuffati sotto nomi di file considerati affidabili dalle app compromesse. Una volta che questi file vengono accettati dall’app di destinazione, viene creato un canale fidato tra le due app che permette il transito di dati sensibili. Ciò apre la porta a potenziali furti di dati, con conseguenze che possono variare da semplici fastidi a gravi violazioni della privacy.

L’ufficiale del team di intelligence sulle minacce di Microsoft, Dimitrios Valsamaras, ha evidenziato come le conseguenze di tali vulnerabilità possano essere particolarmente gravi. In alcuni casi, le app maligne possono addirittura sovrascrivere le impostazioni di altre app, forzandole a comunicare con server controllati dagli stessi attaccanti.

Questo scenario può portare all’esposizione di informazioni altamente sensibili dell’utente e consentire agli hacker di ottenere un controllo completo sul comportamento dell’app compromessa. Gli utenti Android possono adottare diverse strategie per proteggersi da minacce come la vulnerabilità “dirty stream” e altre simili che compromettono la sicurezza delle app sul Google Play Store.

Le raccomandazioni sono generalmente sempre le stesse: mantenere sempre aggiornato il sistema operativo e le app installate, scaricare app solo da fonti affidabili, installare e mantenere aggiornato un software antivirus affidabile per Android. Oltre a tutto ciò, è fondamentale rimanere informati sulle ultime minacce di sicurezza e su come evitarle.

Impostazioni privacy