Supercomputer: Sunway TaihuLight è il PC più potente al mondo

Il Supercomputer più potente al mondo è cinese e si chiama Sunway TaihuLight in grado di raggiungere 93 Pflops con un picco di 125. Messo a paragone con il miglior dispositivo americano, il Sunway TaihuLight lo supera in potenza di almeno il 30%. La stessa Cina, nella classifica dei 500 pc migliori del mondo, occupa ben 167 posizioni, rappresentando la nazione con il maggior numero di prodotti ad altissime prestazioni.

Supercomputer: un primato che dura da sette anni

Non si schioda dal primo posto il gioiello cinese che batte la concorrenza di USA e Giappone. Particolarità del primato di quest’anno è che per la prima volta il Sunway TaihuLight utilizza solo processori cinesi. Il risultato è assolutamente sensazionale, soprattutto se si pensa che la Cina, dieci anni fa, era presente nella classifica dei 500 Supercomputer solo con 28 dispositivi. Ora sono 167, due in più di quelli americani. Segue con distacco il Giappone che rientra nelle migliori nazioni produttrici di PC solo con 28 elementi. Dando un’occhiata alle caratteristiche del gigante che verrà presentato all’International Supercomputing Conference a Francoforte c’è davvero da strizzare gli occhi: 40.960 processori Shenwei multicore SW26010, Ram da 1,3 petabyte, primo sistema al mondo a superare più di 100 petaflop al massimo delle prestazioni. Insomma, la potenza di questo prodotto è difficile anche solo da immaginare. Paragonato ad altri bolidi, il Sunway TaihuLight supera di tre volte, in potenza, il Tianhe-2 che è realizzato con processori Intel, ed è cinque volte più veloce del del Titan di Oak Ridge (con tecnologia Cray, NVIDIA ed Opteron).

Le nuove schede video Tesla P100 disponibili a partire da fine 2016

Nell’ambito dell’International Supercomputing Conference, NVIDIA ha annunciato le nuove schede della famiglia Tesla, basate su architettura Pascal e montate su slot PCI Express. Le nuove schede potranno essere utilizzate per aggiornare Supercomputer e sono compatibili con i tradizionali server x86, al contrario del modello annunciato dalla stessa NVIDIA ad Aprile sviluppato solo per server dotati di connessione NVLink. Le nuove Tesla P100 saranno costituite da un GPU GP100 con 3.584 cuda cores, con una frequenza di clock pari a 1.300 MHz. Il livello di TDP sarà di 250 Watt che permetterà di aggiornare i sistemi dotati di acceleratori di vecchia generazione. Il lancio è previsto per fine anno e la prima installazione avverrà sul Piz Daint, presso il Centro Svizzero di Calcolo Scientifico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *