Sony Xperia XZ: lanciato il successore dello Z5

Tra gli smartphone più promettenti annunciati a IFA 2016 non si può non menzionare il Sony Xperia XZ, un dispositivo di fascia alta che ha suscitato grande interesse. Insieme al top gamma la casa giapponese ha presentato anche il fratellino minore che sarà l’X Compact. I due gioiellini si sono subito fatti apprezzare per le fattezze, resistenti a polvere ed acqua. L’azienda di Tokyo si candida quindi alla rincorsa ad Apple e Samsung, insieme alle altre concorrenti.

Sony Xperia XZ: caratteristiche tecniche

All’IFA 2016, la Sony ne è uscita assolutamente a testa alta. Il nuovo top gamma è, probabilmente, uno dei migliori smartphone, se non il migliore, presentato durante l’evento. Come detto, la qualità già parte dall’esterno, in quanto il prodotto è costruito con materiali impermeabili.

A livello di potenza hardware, il dispositivo dispone del miglior processore attualmente in commercio, ovvero un chip Snapdragon 820, montato sotto un display da 5,2 pollici Full HD.

Il pezzo forte è nel comparto fotocamera: qui spicca il sensore Exmor RS da 23 Mpixel, accompagnato da uno stabilizzatore ottico su 5 assi, mentre per quanto riguarda i video, sarà possibile registrare a 4 k. La fotocamera anteriore è anch’essa di altissima qualità, potendo contare su 13 megapixel. Infine, la batteria da 2900 mAh promette lunga durata. A completamento dell’opera, una porta USB-C e 32 GB di memoria interna espandibili.

A partire dalla prossima settimana sia l’XZ che l’X Compact potranno essere acquistati ad un prezzo rispettivamente di 699,00 euro e 499,00 euro.

IFA 2016: l’era degli assistenti vocali

All’evento di Berlino ha tenuto banco anche il miglioramento e lo sviluppo degli assistenti vocali virtuali delle varie case produttrici. Dal canto suo, l’azienda giapponese, dopo aver impressionato con il suo nuovo Sony Xperia XZ, ha strabiliato anche con il prototipo Xperia Agent, un assistente digitale che, seppur in versione prova, potrebbe diventare un vero e proprio robot.

Infatti, la società di Tokyo ha aggiunto al proprio sistema anche alcuni elementi antropomorfi che permettono all’assistente di “muoversi” mentre si compiono determinate operazioni: ad esempio ballare se è attivata la riproduzione musicale.

Non si tratta proprio di una novità esclusiva: la Sony aveva presentato Xperia Agent anche lo scorso anno. Tuttavia, negli ultimi 12 mesi, sono state aggiunte ulteriori funzioni, fino a portare il sistema, collegato ad una TV o ad una macchina per il caffè, a recuperare trailer cinematografici e a produrre una tazzina di caffè. Il tutto in base ai comandi vocali degli operatori.

Per ora si tratta solo di una versione demo, ma la Sony sembra avere saldamente in mano le redini del futuro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *