Microsoft: la nuova console Scorpio potrebbe essere la più potente della storia

Nel corso della conferenza all’E3 2016 di Los Angeles, Microsoft ha presentato il progetto Scorpio che per diversi motivi ha destato alcune perplessità. I critici hanno subito pensato che il colosso informatico abbia voluto accrescere le prestazioni di Scorpio, abbassando invece le aspettative sulla nuova Xbox One S. Anche perché la nuova console è stata lanciata solo nei minuti finali della conferenza; tuttavia, dalle caratteristiche del prodotto emerse, si tratterebbe di un dispositivo di ultima generazione con potenzialità altissime.

Microsoft: per Scorpio 6 Teraflop e risoluzione 4k

Dai dettagli comunicati, la nuova console di Microsoft potrebbe essere imbattibile in quanto a potenza. Si parla, infatti, di ben 6 Teraflop, contro gli 1,8 della PS4 e i 4,2 della prossima Playstation Neo, tanto per fare un esempio. La console avrà anche una risoluzione 4k, ma a parte questi due dettagli non si conoscono altre caratteristiche del dispositivo. E’ per questo che intorno al progetto vi sarebbero ancora non poche perplessità. Tuttavia, il nuovo gioiello della società di Redmond potrebbe battere agevolmente la concorrenza di Nintendo NX. Nonostante nessuna informazione sia trapelata dai vertici dell’azienda, le voci indiscrete su Scorpio non mancano. Tra queste sembra molto accreditata quella che indichi la nuova console come una specie di Xbox Deluxe, che non sostituirà il modello base, ma ne esalterà la potenza.

Collaborazione con una startup di Los Angeles per la distribuzione legale della marijuana

Negli Stati Uniti, il tabù della marijuana è stato sfatato e Microsoft ha colto l’occasione per investire in questo nuovo business. A tale scopo, l’azienda di Redmond ha stretto una partnership con una ditta di Los Angeles, insieme alla quale ha lanciato un nuovo software che seguirebbe tutto il processo di lavorazione della pianta, al fine di garantirne la legalità. Kimberly Nelson, responsabile per le soluzioni per i governi statali e locali della società guidata da Satya Nadella, ha dichiarato che:

Riteniamo che nel settore ci sarà una significativa crescita. Con la regolamentazione dell’industria, ci saranno più transazioni e riteniamo ci saranno requisiti e strumenti più sofisticato.

La Kind, start up con sede a Los Angeles, ha fatto sapere, tramite un comunicato stampa ufficiale, che l’obbiettivo della collaborazione è quello di sfruttare le competenze delle due aziende nel settore, al fine di fornire soluzioni efficaci per soprattutto per tracciare gli spostamenti e le transazioni della marijuana, in previsione anche del fatto che altri Stati sono in procinto di legalizzare la cannabis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *