CIE e patente, clamorosa novità per gli italiani a partire dal 2025

CIE e patente, che cosa cambia per gli italiani a partire dal prossimo anno. Ecco cosa devi assolutamente sapere.

La patente e la carta di identità elettronica, nei loro formati attuali, sono ormai abbastanza consueti per gli italiani. Se da un lato si registrano dei ritardi nella consegna della modalità elettronica della carta di identità, per problemi nelle grandi amministrazioni locali, dall’altra i progetti governativi di digitalizzazione dei servizi vanno avanti.

introduzione IT Wallet nel 2025
La digitalizzazione dei documenti – Foto Canva – computer-idea.it

Infatti, a livello statale continua l’opera di ammodernamento delle piattaforme informatiche e di digitalizzazione di numerose prestazioni e misure di carattere pubblico. Sempre di più l’uso integrato di computer, cellulari e applicazioni rendono più rapidi e sicuri i rapporti tra cittadini e amministrazione pubblica. Un esempio proviene dall’uso di applicazioni come IO, che permette una serie di servizi e interazioni con la PA.

CIE e patente, cosa si annuncia a breve

IT Wallett rappresenta una delle novità che il governo ha annunciato per il prossimo futuro e che sembra essere in dirittura d’arrivo. Con questa soluzione si consente ai cittadini di digitalizzare tutta una serie di documenti di largo uso quotidiano e di renderli di utilizzo immediato. L’obiettivo è di rendere utilizzabile, entro il 2025, IT Wallett per tutti i dispositivi Android e iOS .

IT wallet strumento unico per documenti digitali
L’uso della tecnologia digitale nella PA – Foto Canva – computer-idea.it

Lo sviluppo del nuovo sistema prosegue a ritmo accelerato e per luglio è prevista l‘attivazione del formato digitale dei primi documenti come la tessera sanitaria, la carta europea della disabilità e la patente di guida. Mentre a settembre partiranno i primi test di verifica per gruppi ristretti di tester. Nel calendario dei lavoro il lancio ufficiale di IT Wallett è previsto a breve.

Da gennaio dovrebbe essere possibile scaricare l’ultima versione dell’applicazione IO, avendo così la possibilità di avviare IT Wallet con lo SPID o con la carta di identità elettronica. Il progetto italiano serve a verificare l’analogo progetto comunitario, l’EUDI Wallet (European digital identity wallet). Infatti fin dal 2026 i sistemi Wallet dei diversi Paesi europei  dovrebbero essere in grado di dialogare tra loro, mediante una struttura interoperabile.

Questa rete europea farà sì che le identità digitali e le credenziali siano riconoscibili in modo reciproco in tutti i Paesi aderenti, con un grado massimo di sicurezza. Proprio su quest’ultimo tema sono centrati gli sforzi degli sviluppatori. Solo con la CIE sarà possibile l’avvio del Wallet e di alcune funzioni. I cittadini potranno decidere quale dati saranno condivisi con soggetti terzi.

Con IT Wallet i cittadini potranno gestire in un unico strumento le credenziali, le identità  e i documenti digitali. Mentre chi eroga i servizi pubblici e privati avrà una semplificazione nell’accesso alle credenziali con una verifica più rapida.

Impostazioni privacy