MacBook Pro: Consumer Reports approva i dispositivi

Torna sui suoi passi Consumer Reports e finalmente raccomanda ai consumatori l’acquisto del MacBook Pro. Inversione di rotta dovuta all’intervento di Apple sul bug di Safari e dalla ripetizione dei test in laboratorio. Il nuovo PC con la mela morsicata viene dunque approvato dall’organizzazione. Diversi problemi si erano presentati nei mesi scorsi, soprattutto per ciò che concerne la durata della batteria dei dispositivi. La redazione, a seguito di alcune prove condotte a Dicembre, aveva deciso di sconsigliare pubblicamente l’acquisto del notebook di Cupertino. Constatando un’eccessiva variabilità nella durata dell’autonomia. Decisione ora rivista e gli utenti possono stare tranquilli.

Mac Book Pro: il segmento rilancia il mercato Apple

Lo scetticismo nei confronti del nuovo portatile del colosso statunitense è stato per la verità piuttosto ampio. Non solo per i problemi concernenti la durata della batteria. Parecchi esperti si erano infatti detti dubbiosi sulla scelta della data di lancio del prodotto. Ovvero poco prima della presentazione, da parte di Intel, dei nuovi processori Kaby Lake. Non sarebbe convenuto aspettare?

A quanto parte, le vendite hanno dato ragione a Cupertino. Che grazie anche ai suoi ultimi notebook ha potuto chiudere il 2016 in positivo.

Secondo alcune recenti statistiche, ogni 100 computer venduti nel 2016, sette e mezzo sarebbero stati Mac. Tuttavia, nonostante il dato positivo, il mercato dei PC Apple rimane in forte calo.

In totale, nel 2016, Cupertino ha venduto nel mondo 18,6 milioni di computer. Contro i 20,4 milioni del 2015.

L’approvazione di Consumer Reports, in questo contesto, potrebbe rivelarsi una buona spinta per far crescere ancora le vendite. Considerato che le novità sul segmento fino ad ora dichiarate dall’azienda, non hanno affatto soddisfatto i fans del pc con la mela. Il modello oggetto della contesa, nello specifico, era stato il primo nella storia di Apple ad essere bocciato dall’organizzazione.

Touch Bar si, Touch Bar no?

Il nuovo gioiellino di Cupertino, pur non montando un processore di ultima generazione, è arrivato sul mercato con la grande novità della Touch Bar.

Gli utenti, almeno inizialmente, non hanno trovato particolarmente vantaggiosi i cambiamenti della barra di gestione delle funzioni del dispositivo.

La nuova funzione, infatti, permette di personalizzare solo quattro tasti. Che per molti potrebbero non bastare, in considerazione delle abitudini del passato.

Altro difetto, secondo gli utilizzatori del prodotto, sarebbe la chiusura automatica della barra, non appena si passa ad una qualsiasi altra operazione. Di fatto allungando i tempi di gestione.

Il MacBook Pro rimane comunque, complessivamente, un dispositivo dalle caratteristiche molto interessanti. E gli utenti sperano che l’azienda non ne abbandoni aggiornamenti e miglioramenti.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *