Come scegliere il miglior tablet

Nonostante il mercato dei tablet abbia subito un vistoso calo nelle vendite, negli ultimi anni, questa tipologia di dispositivi rimane molto apprezzata e utilizzata sia per il lavoro che per l’intrattenimento. Se vuoi acquistare un nuovo tablet, la scelta è molto ampia. Fortunatamente, le grandi case produttrici sembrano essersi concentrate maggiormente sulla qualità dei prodotti offerti. A fronte di prezzi più contenuti rispetto al passato. Proviamo dunque a capire insieme come scegliere il miglior tablet, che possa soddisfare le tue esigenze. Ovviamente, un miglior tablet in assoluto non esiste. Pertanto, prima di procedere all’acquisto, dovrai effettuare una valutazione approfondita delle tue necessità.

Come scegliere il miglior tablet: i consigli

Innanzitutto, la prima caratteristica che differenzia un tablet da uno smartphone, o da un pc, è la dimensione del display.

A livello generale, i dispositivi attualmente in commercio spaziano dai 7 ai 12 pollici. Nel primo caso, si tratta di schermi di poco superiori, nelle dimensioni, a quelli di uno smartphone di ultima generazione. Molto adatti, dunque, per chi predilige la praticità. Magari, appunto, per un utilizzo business.

Se invece vuoi utilizzare il tablet per guardare film, oppure per realizzare delle creazioni grafiche, un 12 pollici è senz’altro più adatto. Tanto più che spesso, uno schermo più grande indica anche una migliore risoluzione.

Il secondo spunto di riflessione, riguarda la connettività. Con uno smartphone è scontato utilizzare una SIM Card e, quando disponibile, il WiFi. Nel caso dei tablet, per ogni modello, le versioni disponibili sono sempre due. Una di base che non prevede l’utilizzo di una SIM Card, è un’altra che invece offre la possibilità della doppia connettività.

Chiaramente, se hai intenzione di utilizzare il tuo tablet solo in casa o solo in ufficio, puoi optare per la versione di base. Se invece ti occorre un dispositivo sempre connesso, il consiglio è di scegliere un modello 4G, con un piano tariffario adatto.

I più esperti andranno poi a fare un’attenta valutazione anche sulla dotazione hardware del dispositivo. Fermo restando che a tutti, certamente, è utile poter contare su una batteria di lunga durata.

Tablet convertibili: il 2 in 1 conviene?

Come premesso, il mercato dei classici tablet ha subito, da un paio d’anni a questa parte, una flessione significativa. Nel contempo, tuttavia, in questo comparto ha preso piede una nuova tendenza: il tablet 2 in 1. Ovvero i cosiddetti convertibili.

Come puoi intuire, si tratta di dispositivi dalla doppia funzione: tablet/PC. La trasformazione è possibile grazie all’equipaggiamento con un sistema operativo più sofisticato (come ad esempio Windows 10) e all’utilizzo della tastiera.

Per una questione di comodità e convenienza, i consumatori, attualmente, sembrano preferire di gran lunga un dispositivo di questo tipo al classico tablet. Anche in questo caso, fortunatamente, i prezzi sono piuttosto differenziati e dunque, in parte, accessibili a chiunque.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *