Realtà Virtuale: lotta tra Facebook e Snapchat

Il 2017 sarà senz’altro l’anno della realtà virtuale. Con due aziende su tutte che vogliono eccellere nel settore. Stiamo parlando, naturalmente, di Facebook e Snapchat, la cui rivalità, molto probabilmente, caratterizzerà il 2017 dei social network. Chi conquisterà la leadership? Quel che è certo, per il momento, è che entrambe le società hanno acquisito delle startup per il tracciamento degli occhi. Gli esperti si attendono tuttavia, per l’app del fantasmino, una vera e propria rivoluzione. Anche in considerazione dell’imminente esordio in Borsa per l’azienda di Los Angeles guidata dal giovane Evan Spiegel.

Realtà virtuale: i big tech puntano sulla VR

Era già accaduto con il 3D. Ma poi si ridusse tutto ad un fuoco di paglia. Tuttavia, per la VR e, più in generale per la realtà aumentata, la partita sembra molto redditizia.

Già nel corso del 2016, la realtà simulata, assieme all’intelligenza artificiale, ha mostrato di poter stravolgere completamente l’approccio alla tecnologia da parte dei consumatori.

Tra i vari colossi del web, chi più di tutti sta puntando su questo settore sembrerebbe proprio il social di Zuckerberg. Con la rivale Snapchat subito dietro. Defilate, invece, aziende del calibro di Google, Sony e Microsoft.

Menlo Park ha giocato d’anticipo, investendo già due anni fa ben 2 milioni di dollari per la realizzazione degli Oculus Rift. E’ noto a tutti che Zuckerberg voglia affossare la concorrenza proponendo il miglior prodotto del mercato. D’altro canto, il direttore della divisione VR di Facebook, Michael Booth, non ha mancato recentemente di ribadire il diktat societario. Ovvero che gli occhi sono il mouse della virtual reality.

Zuckerberg si è dunque spinto oltre, acquisendo la società danese The Eye Tribe. Con l’obiettivo di integrare sugli Oculus Rift il monitoraggio del movimento degli occhi. Permettendo agli utenti di accedere ai contenuti in modo totalmente sicuro e immediato.

Sul fronte Snapchat non si possono certo non menzionare gli occhiali Spectables. E la recente acquisizione della startup Cimagine. Lo scopo è quello di riuscire a fornire agli utenti una serie di informazioni sui prodotti, in formato virtuale.

Le tendenze hi-tech del 2017

Dunque, quello appena iniziato potrebbe essere l’anno della svolta per quanto riguarda la gestione delle attività quotidiane tramite intelligenza artificiale.

I sistemi automatici che snelliscono il lavoro, nonostante i rischi legati all’occupazione, rappresentano una delle tendenze più accreditate per il 2017.

In questo contesto, la realtà virtuale appare come l’arma principale per raggiungere il massimo della personalizzazione e della semplificazione per i servizi online.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *