Nvidia Quadro: le nuove schede grafiche Pascal

L’azienda di Santa Clara ha ufficializzato la nuova famiglia di schede professionali basate sulla tecnologia Pascal. Sono otto i nuovi modelli di Nvidia Quadro: GP100, P400, P600, P4000, P2000, P1000, P5000 e P6000. Gli ultimi due modelli sono già sul mercato. Tra tutti, spicca il GP100, basato sul core grafico Big Pascal, fino ad ora destinato solamente ai server e ai super computer. Tutte le potenzialità dell’alta tecnologia, dunque, utilizzabili ora anche per una workstation comune. L’obiettivo è quello di soddisfare le esigenze degli utenti che necessitano di elevate prestazioni. Tra calcoli, memoria e precisione.

Nvidia Quadro: le caratteristiche di GP100

Parlando in cifre, la scheda GP100 ha una potenza pazzesca, molto simile a quella del modello P6000, già in commercio. Questa la scheda tecnica:

  • CUDA Core: 3584
  • Unità Texture: 224
  • ROPs: 128
  • Freq.Boost: >1395MHz
  • Freq.Memoria: 1.4 Gpbs HBM2
  • Bus di Memoria: 4096-bit
  • VRAM: 16 GB
  • ECC: Sì
  • FP64: 1 / 2 FP32
  • TDP: 235 W
  • GPU: GP100
  • Architettura: Pascal
  • Processo: TSMC 16nm
  • Uscita: Marzo 2017

Il GP100 avrà anche un nuovo connettore NVLink in grado di permettere il collegamento tra due schede Quadro. E dunque, saranno possibili anche un accesso condiviso e trasferimenti a bassa latenza.

Una particolare menzione va alla frequenza di memoria HBM2. In questo caso, GP100 supera di gran lunga la P6000 con 720 GB/s di bandwidth, contro i 432 GB/s della scheda già in commercio.

Il nuovo gioiellino della famiglia Quadro monterà inoltre quattro DisplayPort 1.4 e una DVI. Presenti anche i connettori Quadro Sync e Stereo.

L’azienda ha comunicato che il dispositivo uscirà a Marzo, senza tuttavia dare maggiori indicazioni sul prezzo. Si presume che GP100 sarà venduta ad un prezzo lievemente più alto di P6000.

Alla fascia media, il colosso californiano ha destinato P4000 e P2000. Gli altri modelli sopramenzionati vanno a costituire le soluzioni low cost, tutte basate sulla GPU GP107.

Il problema della rivendita dei giochi in bundle

Nel frattempo, la società di Santa Clara cambia le politiche di diffusione dei propri prodotti, per gestire il problema delle rivendite. A causa del commercio inappropriato di chiavi, da parte di store di terze parti.

In un comunicato ufficiale pubblicato dall’azienda, si legge che:

I codici di gioco presenti nei bundle possono essere usati esclusivamente dall’effettivo acquirente del bundle. Condividere il codice rappresenta una violazione dei termini e condizioni del bundle”.

Nuove schede grafiche Nvidia Quadro e nuove politiche amministrative, dunque, per Santa Clara. Sempre più padrona del comparto PC e Gaming.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *