AMD Ryzen: ecco l’alternativa a Intel

Finalmente in arrivo le nuove CPU AMD Ryzen, un’alternativa ad Intel che mancava ormai da troppo tempo. L’azienda di Sunnyvale torna in pista nel settore dei processori consumer, dopo diversi anni di attesa. Il lancio è previsto per Marzo e il mercato potrebbe trarne grandi vantaggi. In primis, prezzi più bassi nel settore. Si vocifera già, infatti, che la nuova famiglia di processori AMD includa diversi prodotti a partire da 129 dollari. Ancora nessun dettaglio ufficiale, ma stando alle indiscrezioni della rete, si tratta di dispositivi davvero top. Le soluzioni previste dovrebbero essere nove.

AMD Ryzen: le caratteristiche dei nuovi processori di Sunnyvale

In ordine decrescente, in base alla potenza, questi i modelli in arrivo: 3 1100, 3 1200X, 5 1300, 5 1400X, 5 1500, 5 1600X, 7 1700, 7 1700X, 7 1800X.

Il più economico, ovviamente, il Ryzen 3 1100, che sarà venduto ad un prezzo di 129 dollari. Si tratta di un 4 core a 3.2 GHz, con TDP di 65W. A 149 dollari troviamo invece il modello lievemente superiore, ovvero il 3 1200X. TDP e core rimangono identici, ma con frequenze operative più alte.

Il Ryzen 1300 è invece un 4 core 8 Thread, con tecnologia Simultaneous Multi-Threading. Potrebbe essere paragonato ad un Hyper-Threading di Intel, ma al prezzo più basso di 175 dollari.

Il Ryzen 1400X, a 199 dollari, supera i 3.9 GHz. Da questo modello in poi sale anche la memoria cache L3: 16MB contro gli 8MB dei modelli precedenti.

Il processore più potente è il 7 1800X, con 8 core e 16 Thread, nonché una velocità di punta superiore a 4GHz. Il prezzo di questo modello è di 499 dollari.

CPU di AMD: ulteriori dettagli tecnici

Da segnalare che la X di alcune versioni sopracitate sta ad indicare l’utilizzo, per i modelli di riferimento, della tecnologia XFR.

Per chi non ne fosse a conoscenza, l’Extended Frequency Range consente ai processori di andare oltre le specifiche della CPU, adattandosi all’utilizzo della macchina su cui è montato.

La sfida con Intel appare dunque avvincente. Tanto più che i processori AMD Ryzen appaiono sostanzialmente più piccoli, ma con il doppio della memoria.

L’azienda sarebbe inoltre riuscita a ridurre le tensioni operative utilizzando un condensatore metal-insulator-metal. Ovvero un meccanismo pensato per garantire la tensione per core e per mantenere un maggiore controllo sulla frequenza.

Non è chiaro se a Marzo verranno presentati tutti i modelli sopraelencati. Ad ogni modo, il ritorno sulla scena della casa di Sunnyvale è compiuto!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *